Restyling del parco di Villa Vitali a Fermo: via libera al progetto finanziato dal Pnrr

Restyling del parco di Villa Vitali a Fermo: via libera al progetto finanziato dal Pnrr
Restyling del parco di Villa Vitali a Fermo: via libera al progetto finanziato dal Pnrr
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Novembre 2022, 02:30

FERMO - Approvato il progetto definitivo per il recupero del parco di Villa Vitali, ai 2 milioni già previsti se ne aggiungeranno altri 400 mila per l’affidamento dei lavori che avverrà prima della fine dell’anno. 


L’approvazione


È stato approvato nei giorni scorsi dalla giunta comunale il progetto definitivo per il recupero del Parco di Villa Vitali finanziato con fondi del Pnrr tramite il bando del monistero della Cultura. Quello di Villa Vitali è uno dei soli tre progetti di enti locali marchigiani finanziati (insieme a Treia e alla Provincia di Pesaro Urbino) e ciò è avvenuto in considerazione degli aspetti naturalistici, botanici e culturali (con l’Arena e come luogo di manifestazioni ed eventi). «Il Pnrr ci ha dato così nuove e grandi soddisfazioni - dice il sindaco Paolo Calcinaro - che ringrazia gli uffici comunali e tecnici. Per il bando dei parchi storici si tratta di una soddisfazione in più perché ne sono stati finanziati solo 100 in Italia».

L'interazione

«Questo risultato è il frutto dell’interazione sempre proficua e fruttuosa fra settori comunali, lavori pubblici, cultura e ambiente - aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani - rinnovo i ringraziamenti all’ufficio tecnico comunale, diretto da Alessandro Paccapelo, all’ingegner Giacomo Torresi, a Oriano Marinangeli dell’Ufficio ambiente, ai tecnici esterni Manuel Tiburtini e Mario Piersantelli che hanno curato la parte botanica e naturalistica di Villa Vitali, all’architetto Paolo Santarelli per la progettazione definitiva insieme al Perito Nazzario Soccia ed al geologo Savino Salvetti, Francesco Orsini del Comune per l’efficientamento energetico e Atlantico spa per la predisposizione della documentazione. Una progettualità che persegue le finalità del bando che non erano solo la ristrutturazione e rigenerazione del verde ma creare nuove idee di parchi da vivere per la città risultata innovativa e funzionale». «Un luogo che in questo modo potrà essere ulteriormente valorizzato anche dal punto di vista culturale: è un luogo dove insiste un’arena per gli spettacoli e che è un sito di manifestazioni ed eventi, per cui ringrazio i settori Lavori pubblici, cultura e ambiente, i dirigenti ed il personale che vi hanno lavorato» chiude l’assessore alla cultura Micol Lanzidei. 


Gli obiettivi


Tra i vari obiettivi, c’è anche quello di aumentare la fruibilità da parte dei cittadini, accrescendo la consapevolezza dell’unicità del Parco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA