Fermo, rapina al tabacchi con la pistola
puntata alla tempia: coppia denunciata

Rapina choc al tabacchi
Pistola puntata alla tempia:
denunciata una coppia
FERMO - I carabinieri hanno concluso le indagini sulla rapina choc compiuta lo scorso 3 maggio a Torre San Patrizio. Denunciati un uomo e una donna, residenti nel Maceratese, rispettivamente ad Apiro e Cingoli, ritenuti autori del raid.
Nel mirino era finita la tabaccheria “La torre”. Stando a quanto ricostruito dai carabinieri di Montegiorgio, lei aveva minacciato di morte i clienti puntando una pistola alla tempia di una signora, che si era sentita male. Panico nel locale e, mentre la rapinatrice teneva sotto scacco i clienti, il compare era sgattaiolato dietro al bancone con un tagliacarte in mano e, minacciandolo, aveva costretto Sandro Cardinali a farsi consegnare i soldi in cassa. I delinquenti erano entrati di soppiatto verso le 16 nel locale pieno di persone, irriconoscibili perché con il volto coperto dal passamontagna; lui in nero, lei con un giubbotto rosso. La donna aveva tirato fuori l’arma di colpo, urlando a squarciagola a tre donne davanti, che non potevano scappare: «Vi ammazzo, vi ammazzo, vi ammazzo».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 12 Gennaio 2019, 10:55 - Ultimo aggiornamento: 12-01-2019 10:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO