Dallo studente si risale al pusher, blitz della polizia in casa: la cocaina era nascosta in un peluche

Venerdì 8 Ottobre 2021 di Pierpaolo Pierleoni
Dallo studente si risale al pusher, blitz della polizia in casa: la cocaina era nascosta in un peluche

FERMO - Quarantenne, residente a Porto San Giorgio, insospettabile. Segni particolari: spacciava cocaina nascosta in un peluche. A smascherare il pusher la Squadra mobile della Questura fermana, che ha messo a segno un’altra operazione nella lotta senza quartiere al traffico di droga.

 

La dose
Tutto è partito dal controllo di un giovane fermano, trovato in possesso di una piccola dose di droga per uso personale, mentre si aggirava nei pressi di una scuola della città. Proprio intorno agli istituti scolastici c’è massima attenzione dalle forze dell’ordine, per stroncare traffici illeciti destinati ai giovanissimi. Il ragazzo è stato segnalato in Prefettura e la sostanza sequestrata, ma subito sono partite le indagini per risalire alla “sorgente”. Gli elementi acquisiti hanno convinto spinto i poliziotti verso il litorale, ad effettuare una perquisizione in una casa di Porto San Giorgio dove risiede un incensurato. Dentro un pupazzo di peluche gli investigatori hanno individuato un ovetto di plastica, solitamente utilizzato per custodire giochi per bambini. In questo caso, però, la sorpresa era destinata a un pubblico adulto. Nel piccolo contenitore, infatti, ricoperti da chicchi di riso per assorbire l’umidità, sono stati trovati 16 involucri di sostanza stupefacente, successivamente identificata dalla Polizia scientifica per cocaina, del peso complessivo di poco meno di 10 grammi che il proprietario dell’abitazione ha inizialmente dichiarato di detenere come scorta per l’uso personale. La spiegazione non ha però convinto il personale della mobile, che ha proseguito le ricerche in casa, individuando anche un bilancino di precisione nascosto in camera da letto. Lo strumento aveva tracce di cocaina ed ha confermato l’ipotesi iniziale che quella sostanza fosse destinata allo smercio.


Il sequestro
La cocaina, così come il bilancino, sono stati sottoposti a sequestro. Il possessore dovrà rispondere in tribunale di detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. Il lavoro degli agenti continua ora per allargare ancora le ricerche, tese ad individuare i fornitori dell’uomo, i suoi contatti abituali, per capire se ci fosse una rete consolidata di consumatori soliti approvvigionarsi da lui.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA