Premio a Tipicità per i tre chef stellati di Porto San Giorgio: «Bravissimi, siete il nostro orgoglio»

Martedì 5 Aprile 2022 di Chiara Morini
Premio a Tipicità per i tre chef stellati di Porto San Giorgio: «Bravissimi, siete il nostro orgoglio»

FERMO - Qual modo migliore per celebrare le stelle Michelin sangiorgesi, se non quello di dar loro un riconoscimento durante Tipicità? Nei locali dell’Accademia, Nikita Sergeev de L’Arcade che si trova sul lungomare sud, insieme a Pierpaolo Ferracuti e Richard Abou Zaki del ristorante Retroscena in piazza del teatro, hanno incontrato rappresentanti del Comune di Porto San Giorgio. Con l’occasione, durante l’evento voluto da Confcommercio Marche Centrali, Tipicità e Comune di Porto San Giorgio, è stato consegnato loro un riconoscimento.

 


Quello della stella Michelin è stato consegnato ai due ristoratori lo scorso novembre, durante l’apposita cerimonia organizzata dalla Guida Michelin. «Sono – ha detto l’assessore Elisabetta Baldassarri – la punta di diamante dell’enogastronomia di un piccolo fazzoletto di terra, che viene ulteriormente valorizzato. Avere infatti tre ristoratori che hanno fatto della qualità, dell’esperienza, della visione e della lungimiranza il loro credo è sicuramente un forte riferimento per la nostra accoglienza».

La targa consegnata a tutti e tre gli chef riproduce il logo di Tipicità con la foglia. All’evento, insieme alla Baldassarri, anche il vicesindaco Francesco Gramegna e l’assessore al Commercio Christian De Luna. «Il contributo dato da questi chef neostellati – ha proseguito la Baldassarri – va utilizzato per costruire una promozione integrata tanto per la città quanto per il territorio. L’enogastronomia non è solamente storia e tradizione, ma anche una vera attività esperienziale da fare a tavola. Il turismo dei nostri giorni vive anche di questo». E in questa direzione sicuramente non mancheranno le occasioni per promuovere la città con eventi specifici che coinvolgeranno le stelle Michelin. A complimentarsi con gli chef Sergeev, Ferracuti e Abou Zaki, erano presenti anche il direttore di Tipicità Angelo Serri e il direttore di Confcommercio Marche Centrali Massimiliano Polacco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA