Il drone sparito volava sul web: all'incontro con il finto acquirente irrompe la polizia e scatta la denuncia

Il drone sparito volava sul web: all'incontro con il finto acquirente irrompe la polizia e scatta la denuncia
Il drone sparito volava sul web: all'incontro con il finto acquirente irrompe la polizia e scatta la denuncia
di Nicola Baldi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 02:35

FERMO - Blitz della Squadra mobile dopo la segnalazione di un giovane residente a Fermo. Il ragazzo, che era stato vittima del furto, immediatamente denunciato, di un drone e di apparecchiature connesse all’utilizzo dello stesso, per un valore di circa 2.500 euro, dei quali i ladri si erano appropriati forzando la portiera dell’auto nella quale li aveva lasciati (anche se coperti da altri oggetti), navigando sui siti specializzati nella vendita aveva individuato uno stabilizzatore che, per alcune caratteristiche, corrispondeva con quello sottrattogli.


Il giovane ha quindi dimostrato online il proprio interesse ad acquistare l’oggetto, richiedendo ulteriori informazioni al venditore e foto in dettaglio della merce grazie alle quali le sue supposizioni hanno ricevuto conferma. Per incastrare i venditori ha concordato un incontro ma ha anche informato la Squadra mobile; così, nel luogo stabilito per la definizione dell’accordo, oltre all’acquirente si sono presentati gli investigatori e all’arrivo del venditore, un ventenne residente nel Fermano, quest’ultimo è stato fermato.

I riscontri hanno confermato che l’oggetto in vendita era parte del bottino del furto, come provato anche dal numero seriale dell’apparecchiatura di valore; il venditore ha dichiarato di averlo acquistato, a sua volta, alcuni giorni prima e a buon prezzo da un’altra persona della quale non è stato in grado o non ha voluto fornire le generalità. Gli agenti hanno accompagnato il venditore presso la sua abitazione nella quale hanno trovato parte della refurtiva, compreso il drone rubato e alcuni accessori sottratti al denunciante, che sono stati restituiti al legittimo proprietario mentre il venditore è stato denunciato per ricettazione di oggetti proventi di furto.

Anche in questa occasione, l’immediata denuncia del furto da parte della vittima, la sua ricerca sui mercati paralleli online di apparecchiature professionali, l’individuazione di possibili attinenze con il materiale sottratto e l’altrettanto immediata segnalazione alla polizia hanno consentito di portare a termine le indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA