Pirati della strada, un fenomeno in costante crescita: ma tre furbetti ora sono nei guai

Giovedì 13 Maggio 2021
Pirati della strada, un fenomeno in costante crescita: ma tre furbetti ora sono nei guai

FERMO -  L’incidente, un motociclista di 41 anni di San Benedetto tamponato da un’auto lungo la Statale a Pedaso poi datasi alla fuga era avvenuto il primo maggio scorso a Pedaso. Ma i carabinieri grazie ad una approfondita indagine sono riusciti ad individuare il responsabile: si tratta di un giovane di 28 anni, di Moresco che è stato denunciato con richiesta di sospensione della patente.

LEGGI ANCHE:

Tampona con l'auto un motociclista e fugge, giovane identificato e denunciato. Gli verrà anche sospesa la patente

 

Ma non è l’unico caso di pirati della strada, infatti sempre i carabinieri di Pedaso hanno rintracciato e sanzionato altri due automobilisti responsabili di essersi dati alla fuga dopo altrettanti incidenti. Il primo, sempre lungo la Statale a Pedaso al momento dello scambio dei dati con la controparte accendeva il mezzo e si dileguava. Il secondo evitava anche lo scambio dei dati dandosi subito alla fuga. Entrambi però sono stati rintracciati.


In questi giorni i carabinieri hanno inoltre continuato i controlli anti-Covid: 291 le persone controllate, cinque sanzionate. Tra queste anche tre persone che passeggiavano a Porto Sant’Elpidio oltre le 22 senza valide motivazioni. Invece la polizia della questura di Fermo martedì ha controllato 200 persone controllate e 123 veicoli. Dodici le sanzioni per violazione del codiete della strada. Ma l’intervento più delicato è avvenuto a Lido Tre Archi dove con la collaborazione degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Pescara nel corso dei quali sono state identificate 80 persone e verificati 50 veicoli.


In particolare la polizia è dovuta intervenire a fronte di una nuova segnalazione di occupazione abusiva di un appartamento. Gli agenti subito sono riusciti ad individuare due uomini che erano entrati di forza nell’appartamento e vi si erano stabiliti. Si tratta di due stranieri, che sono stati portati in questura e messi a disposizione dell’Ufficio Immigrazione. Infine un giovane, fermato nella sua auto, e con numerosi precedenti si era dimostrato particolarmente insofferente durante le fasi della identificazione, è stato sanzionato per la mancanza della patente di guida ma anche per la mancanza della mascherina di protezione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA