Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cavalcata dell'Assunta, Campiglione vince il Palio con il fantino Salasso su Zamura. La contrada è a quota 5 drappi

Cavalcata dell'Assunta, Campiglione vince il Palio con il fantino Salasso su Zamura. La contrada è a quota 5 drappi
Cavalcata dell'Assunta, Campiglione vince il Palio con il fantino Salasso su Zamura. La contrada è a quota 5 drappi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Agosto 2022, 20:57 - Ultimo aggiornamento: 17 Agosto, 08:29

FERMO - Grande festa per contrada Campiglione che vince il Palio 2022. Il fantino Salasso, al secolo Alberto Ricceri, in sella a Zamura, mette tutti in fila nella finale che assegna il drappo dopo le due batterie del pomeriggio. Alle sue spalle Torre di Palme e Molini Girola. Bella vetrina anche per il nuovo priore della contrada Cristian Malloni. Salasso è stato portato in trionfo dai contradaioli e ha condotto una gara perfetta, sempre avanti a tutti, affrontando nel modo giusto il curvone e poi il rettilineo finale che porta i cavalli quasi all’ingresso di piazza del Popolo. Il drappo è stato consegnato ai vincitori dal sindaco Paolo Calcinaro.

L'Albo d'oro della Cavalcata dell'Assunta

In cima all’albo d’oro restano ancora San Bartolomeo e Torre di Palme con sei “cenci” vinti ciascuna, rispettivamente nel 1988, 1990, 1994, 1995, 1996 e 2004 e nel 1985, 1992, 1998, 2000, 2003 e 2019. Segue Capodarco con cinque drappi (1984, 1989, 1991, 2009 e 2015), acciuffato quindi da Campiglione (1993, 1999, 2006, 2014 e, appunto, 2022). Quattro palii per Campolege (1997, 2007 2008 e 2012), Fiorenza (2005, 2011, 2016 e 2018) e Molini Girola (1983, 1986, 2010 e 2021). Quota tre palii per Castello (1987, 2013 e 2017), due per San Martino (2001 e 2002), uno per Pila (1982), primo anno della rievocazione storica. Zamura era fra i favoriti, secondo quanto sottolineato al Corriere Adriatico dal selezionatore di cavalli Federico Raccichini. Si era  già piazzata seconda 12 mesi fa, definito un soggetto molto duttile che si adatta alla batterie ripetute con «esperienza, facilità di impiego e forma in crescita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA