Cassazione: omicidio di Emmanuel
Attesa a Fermo per le sorti di Mancini

Sabato 2 Dicembre 2017
Amedeo Mancini

FERMO - Attesa per le sorti di Amedeo Mancini dopo la sentenza della Cassazione in base alla quale la pena a 4 anni di reclusione per l’omicidio preterintenzionale di Emmanuel Chidi Namdi ora è definitiva. Non ci sono altri gradi di giudizio e in questi giorni dovrebbe tornare in carcere per scontare la pena residua. La Cassazione ha giudicato inammissibile il ricorso presentato dagli avvocati di Mancini e quindi resta la contestazione dell’aggravante razziale. In merito alla sentenza, l’avvocato di Chinyery, Letizia Astorri, ha commentato che la giustizia ha fatto il suo corso, stabilendo chi era l’aggressore e chi l’aggredito. Una tesi respinta dall’avvocato Francesco De Minicis, difensore insieme a Savino Piattoni, di Mancini: «In realtà - rimarca il legale - da tempo la giustizia ha stabilito che è stato Mancini a reagire all’aggressione di Emmanuel con il segnale stradale. La Cassazione si doveva solo pronunciare sull’aggravante razziale e l’eventuale ritorno in carcere del mio assistito è legato soltanto alla pena residua da scontare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA