Droga, furti e occupazioni abusive a Tre Archi: i clandestini scappano dall'appartamento

Martedì 20 Ottobre 2020 di Sonia Amaolo
Droga, furti e occupazioni abusive a Tre Archi: i clandestini scappano dall'appartamento

FERMO - Occupazioni, furti, arresti, denunce e sequestri. C’è dentro di tutto nelle operazioni di carabinieri e polizia nel fine settimana: si va dalle liti tra vicini ai furti di generi alimentari.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, professionista torna positivo da un viaggio di lavoro ad Amsterdam: carica virale alta, è gravissimo. Paura per la famiglia

«Troppo mascolina, non fu uno stupro». Ma le condanne cancellano il pregiudizio: 3 e 5 anni agli imputati

A Lido Tre Archi la questura ha controllato un appartamento inutilizzato dai proprietari da dove provenivano strani rumori. Quando sono arrivati i poliziotti hanno trovato la porta aperta, la serratura scardinata e dentro segni di bivacchi.

 

Gli abusivi se ne erano andati prima dell’arrivo della volante, la proprietaria ha dovuto mettere in sicurezza l’abitazione davanti agli agenti. I servizi di sicurezza della questura nel quartiere multietnico hanno portato a 70 persone identificate nel weekend e 30 veicoli fermati oltre a controlli nei bar e negozi alimentari. Con i poliziotti fermani c’erano il reparto prevenzione crimine di Pescara e l’unità cinofila della finanza. Un barista è stato multato perché teneva una persona a lavorare in nero. Uno straniero sottoposto ai domiciliari ma irraggiungibile è stato rintracciato e riaccompagnato a casa. Ritrovata anche una ragazzina scappata da una comunità di recupero, si era persa e girava sul lungomare. Tra Lido Tre Archi e Porto San Giorgio si sono concentrate le operazioni dei carabinieri che hanno denunciato alla procura madre e figlio albanesi, 48 anni lei e 27 lui, avevano rubato prodotti alimentari in un supermercato a Tre Archi, è scattata la denuncia per furto aggravato in concorso. Sempre i carabinieri di Porto San Giorgio hanno arrestato un 28enne originario di Ancona ma residente a Fermo. Il giovane è stato denunciato per minaccia aggravata e porto ingiustificato di oggetti atti a offendere. In lite con il vicino per un parcheggio ha minacciato l’altro con un bastone metallico telescopico del tipo spagnolo. Sono intervenuti i carabinieri a mettere pace, è partita la denuncia al 28enne e il bastone è stato sequestrato. A Lido Tre Archi è stato fermato un diciottenne cubano mentre tentava di sbarazzarsi di un involucro termosaldato con un grammo di marijuana. Droga sequestrata e giovane segnalato alla prefettura.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA