Jova Beach Party, riviera presidiata: maxi piano per i parcheggi

Jova Beach Party, riviera presidiata: maxi piano per i parcheggi
Jova Beach Party, riviera presidiata: maxi piano per i parcheggi
di Francesca Pasquali
3 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Agosto 2022, 06:20 - Ultimo aggiornamento: 19:20

FERMO - Ci siamo. Dal primo pomeriggio di oggi fino a domani sera, la spiaggia libera di Casabianca si trasformerà nel set del Jova Beach Party. Imponente il piano sicurezza messo in piedi dalla Prefettura, la cui sala di controllo sarà all’hotel Royal, «frutto del lungo lavoro portato avanti in sede di Comitato e nell’ambito della Commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, attraverso diversi incontri fra tutte le parti coinvolte e numerosi sopralluoghi».

Il personale tecnico sarà composto da 48 addetti all’antincendio e da 152 steward. L’apertura dei cancelli è prevista alle 14. Dalle 15 partirà il dj set. Il concerto di Jovanotti comincerà alle 20.15 e andrà avanti fino alle 23.15. Eccezion fatta per i muniti di biglietto per l’area Pit-Gold, l’accesso al concerto sarà da via Riva del Pescatore, da cui si arriverà ai controlli.

I posti auto

Quattro le aree parcheggio previste: a ovest della Statale all’entrata di Lido Tre Archi (2.000 posti auto), nei pressi della chiesa di San Tommaso di Canterbury (8.000 posti auto), in quella della scuola San Tommaso (800 posti auto o 60 pullman) e a est della Statale tra via Tolomei e via Pazzi (1.200 posti auto). Il piano sanitario prevede la presenza di sette ambulanze, cinque medici, due postazioni avanzate e 15 equipaggi. Le stazioni di Porto San Giorgio e di Porto Sant’Elpidio saranno controllate della Polizia ferroviaria. Lungo le strade verrà predisposta «opportuna segnaletica per agevolare la fase di deflusso sulla Statale 16, con l’ausilio di personale che ne faciliti l’attraversamento dalle aree di parcheggio, anche avvalendosi di volontari della Protezione civile o di appartenenti alle varie associazioni». 52 agenti della Polizia locale di Fermo, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio vigileranno sulla viabilità nelle fasi di afflusso e deflusso degli spettatori.

La Guardia di finanza aereonavale di Ancona ha assicurato la presenza di cinque unità navali e di due missioni di volo di due ore ciascuna. La Guardia costiera ha adottato un provvedimento di divieto di balneazione, dalle 20, nel tratto di mare davanti all’area interessata dal concerto e sarà impegnata con un nucleo sommozzatori, un battello, due unità esterne di motovedetta, un’unità d’altura e una pattuglia a terra. Il Comando provinciale dei vigili del fuoco assicurerà un servizio di vigilanza con 17 unità e quattro mezzi.

Il personale

I servizi di ordine e sicurezza pubblica, con l’impiego di personale interforze, si articoleranno in quattro turni oggi e in altrettanti domani. In accordo con la Prefettura, il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, ha emesso un’ordinanza che, dalle 13 di oggi alle 4 di lunedì, vieta la vendita e la somministrazione di bevande in bottiglia in vetro e in lattina, l’utilizzo di bottiglie in vetro e lattine e il consumo di bevande con gradazione alcolica superiore all’11%. Il divieto riguarda l’area interessata dal concerto e quella di Casabianca, comprese tutte le vie che portano al Jova Beach Village. Una seconda ordinanza vieta di portare con sé, dalle 7 di oggi alle 4 di domenica, nella zona di Lido di Fermo e Casabianca, bombolette spray con sostanze irritanti o urticanti e articoli pirotecnici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA