Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Le Fiamme Gialle si rafforzano
Sono in arrivo altri finanzieri

Le Fiamme Gialle si rafforzano Sono in arrivo altri finanzieri
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Aprile 2014, 11:27 - Ultimo aggiornamento: 11:58
FERMO - Non solo tagli a istituzioni e forze dell'ordine. Nel Fermano la Guardia di finanza si rafforza. Il Comando Compagnia è stato elevato a Comando Gruppo, retto da un ufficiale superiore. Il nuovo reparto, con sede nell’attuale caserma “Tenente Livio Rivosecchi” – che è stata inaugurata da meno di un anno – vanterà nel breve periodo un significativo e graduale incremento di personale, che sarà impiegato prioritariamente nelle attività di controllo economico del territorio. L’istituzione del Gruppo di Fermo, direttamente dipendente dal Comando Provinciale della Guardia di finanza di Ascoli, rappresenta l’evoluzione naturale di un avamposto a presidio della legalità in una circoscrizione di servizio molto vasta, che ricalca il complessivo territorio provinciale.



"Rientra nel più ampio progetto di rivisitazione e qualificazione dei contesti di sicurezza economica dei territori - rimarca la Finanza - avviato da tempo nel rispetto delle misure adottate per il contenimento della spesa pubblica. Progetto già avviato con la soppressione della Brigata di Porto San Giorgio nel dicembre 2012. Il fine è quello di assicurare una maggiore presenza della Guardia di finanza in tutti i settori operativi, dall’attività di polizia giudiziaria a fianco della locale autorità giudiziaria, al contrasto di ogni forma di illegalità economico-finanziaria. Particolare attenzione sarà rivolta alla lotta alla contraffazione e all’abusivismo commerciale, nonché verso quei fenomeni che generano effetti di concorrenza sleale e di inquinamento dell’economia legale".
© RIPRODUZIONE RISERVATA