Fermo, crescono le violenze sulle donne
Al pronto soccorso 153 casi in un anno

Giovedì 24 Dicembre 2015
Fermo, crescono le violenze sulle donne Al pronto soccorso 153 casi in un anno

FERMO - Ben 153 sono stati nell'ultimo anno i casi dai contorni offuscati che sono ufficialmente emersi dalle relazioni del pronto soccorso del Murri. E molti altri, come spesso capita in queste situazioni, sono rimasti all'ombra, perché rimanere in silenzio è più facile che parlare e raccontare i soprusi subiti per mano di mariti, compagni, conoscenti.

Una donna non si dovrebbe toccare nemmeno con un fiore eppure capita il contrario: violenze psicologiche, fisiche, sopportate in famiglia. Ben 4, negli ultimi dodici mesi, sono stati anche gli abusi sessuali confidati all'interno dei locali del Ps fermano diretto dal primario Fabrizio Giostra, da quelle donne che con un atto di coraggio si sono presentate per curare ferite fisiche e non solo.

Ma ora, a fronteggiare situazioni del genere gestite nella "Stanza Rosa", ci sarà un personale medico e infermieristico ancor più sensibile, reduce da un corso di formazione mirato. E non è l'unica novità. Ieri mattina il primario Giostra ha scartato un regalo donatogli dal Soroptimist - Club di Fermo (la presidente è Tunia Gentili), associazione che promuove azioni e crea opportunità per trasformare la vita delle donne.

Si tratta di una dotazione fotografica specifica da utilizzare per effettuare i rilievi sulla paziente violentata, reperti che saranno conservati dall'Asur nella massima tutela della riservatezza (6 i mesi entro i quali la donna può decidere di sporgere denuncia dopo il fatto).

© RIPRODUZIONE RISERVATA