Fermo, giardini al buio e videoconferenze: via al piano per tagliare i consumi

Fermo, giardini al buio e videoconferenze: via al piano per tagliare i consumi
​Fermo, giardini al buio e videoconferenze: via al piano per tagliare i consumi
di Pierpaolo Pierleoni
3 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Novembre 2022, 03:30

SANT’ELPIDIO A MARE- Riunioni scolastiche in videoconferenza, allenamenti sportivi “a risparmio energetico”, giardini pubblici spenti di notte. Sono alcune delle misure che il Comune di Sant’Elpidio a Mare sta mettendo a punto in un vademecum per contenere i consumi di energia elettrica e riscaldamenti nelle strutture e gli spazi pubblici. È il frutto di una serie di incontri che nelle ultime settimane hanno coinvolto le scuole elpidiensi, le associazioni sportive e sociali che gestiscono locali di proprietà dell’ente.

Gli edifici

«Stiamo mettendo a punto una serie di misure al fine di contenere i consumi – spiega il sindaco Alessio Pignotti –. Non ci saranno grandi stravolgimenti, quanto scelte di attenzione e buon senso. I consumi più significativi riguardano gli edifici di proprietà comunale e cercheremo di ottimizzare le risorse. Ad esempio, per le scuole saranno incentivate riunioni in videoconferenza, in modo da limitare l’utilizzo dei plessi nelle ore di attività didattica. Dove possibile incoraggiamo a razionalizzare gli spazi, utilizzando solo una parte dei locali». La razionalizzazione coinvolge anche gli impianti sportivi. «Proponiamo alle società sportive di contenere i consumi, magari accorpando le sedute di allenamento tra più categorie, oppure lasciare illuminata solo una metà dei campi sportivi se non ci si allena a tutto campo». Si spegneranno dopo le 20 giardini e parchi pubblici, tenuto conto che non si prevede la fruizione di quegli spazi in orario notturno. Nessuna limitazione, invece, alla pubblica illuminazione su strade e piazze. «Non ci saranno riduzioni, è vero che c’è un’esigenza di contenere i consumi e quindi le spese energetiche che sono lievitate – continua il primo cittadino – dall’altra parte non si possono però trascurare le esigenze di pubblica sicurezza, sia per prevenire furti e altri reati, sia sul fronte della viabilità». È anche tempo di pensare alle luminarie natalizie. Il clima delle feste sarà garantito, ma con un occhio al budget. «Stiamo decidendo, sicuramente conterremo la spesa rispetto agli allestimenti degli scorsi anni, ma nei centri abitati del territorio comunale le luminarie non mancheranno».

L’iter

Prosegue infine l’iter per l’attivazione delle comunità energetiche. Un censimento di terreni ed edifici comunali adatti ad allestire impianti fotovoltaici è stato avviato nelle scorse settimane e sono in corso colloqui con consulenti specializzati nelle rinnovabili. Da metà novembre partirà un ciclo di assemblee pubbliche, con l’ausilio dell’associazione Consapevolezza energetica, per illustrare vantaggi ed opportunità di aderire ad una comunità energetica, ma anche per fornire alla popolazione informazioni utili su consumi e lettura delle bollette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA