Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Fermo, camper ripulito mentre la coppia di turisti dorme: «Ce ne andiamo subito»

Fermo, camper ripulito mentre la coppia di turisti dorme: «Ce ne andiamo subito»
Fermo, camper ripulito mentre la coppia di turisti dorme: «Ce ne andiamo subito»
3 Minuti di Lettura
Martedì 11 Agosto 2020, 09:46

FERMO - Ripulito un turista dell’entroterra in vacanza a Lido Tre Archi. Gli hanno rubato tutto: 1.200 euro in contanti, lo zainetto, documenti, carta d’identità e patente, bancomat e carta di credito. Anche le chiavi dell’auto. La brutta esperienza è capitata a una coppia di Massa Fermana ieri pomeriggio, mancava poco alle 17 quando un ragazzo alto e magro si è introdotto nel camper mentre il proprietario stava dormendo e ne è uscito con un bottino di tutto rispetto.

LEGGI ANCHE:
Pesaro, il coronavirus torna con gli autobus turistici: otto positivi dopo la vacanza in Croazia

Giardinaggio choc, perde quattro dita. Prodigio all’ospedale: intervento di 12 ore ma gliele riattaccano


Sono partite subito le ricerche nella zona, il parcheggio camper al chiosco dei pescatori in via La Malfa, all’altezza del ristorante Fisherman’s. Una zona frequentatissima da turisti, residenti e amanti della pesca sportiva. «Ce ne andiamo subito, prima possibile!» dice la coppia del camper.
 

È stato visto scappare con il marsupio in mano un ragazzo, potrebbe essere il ladro seriale in azione ovunque nelle ultime settimane. La volante della questura si è lanciata all’inseguimento del fuggiasco che fino a poco prima era stato visto girare nella zona. Sarà difficile recuperare i soldi. Disperata la donna della roulotte, non faceva altro che piangere. «Così non si fa turismo, scoraggiamo le persone a venire, anziché incentivarle! - sbotta un residente -: sono sempre gli stessi! va a finire che dovremo farci giustizia da soli» aggiunge un altro. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA