Truffe, furti, droga e guida spericolata: notte calda dei carabinieri con arresti, denunce e multe

Sabato 31 Ottobre 2020 di Pierpaolo Pierleoni
Fermo, truffe, furti, droga e guida spericolata: notte calda dei carabinieri con arresti, denunce e multe

FERMO - Dagli arresti per vecchie pene da espiare al recupero di merce rubata, dalla guida senza patente alla droga, sempre intenso il lavoro per i carabinieri della compagnia di Fermo.

LEGGI ANCHE:

Dopo le scuole, lo sport: Marche verso lo stop Covid agli allenamenti. Salvi solo i professionisti

Così s’è mosso il virus da nord verso sud a ondate improvvise. I comuni Covid free sono solo 33

Il report delle ultime 24 ore fa registrare attività sparse in buona parte del territorio provinciale, partendo dal doppio arresto di due uomini, tra Sant’Elpidio a Mare e Altidona.

 

L’origine

Nel primo caso, i militari della stazione elpidiense hanno proceduto all’arresto di un uomo residente in paese ed originario di Santa Vittoria in Matenano, su di lui pendeva una pena di 2 anni per calunnia aggravata. La sconterà ai domiciliari. I carabinieri di Pedaso, insieme ai colleghi del Radiomobile di Montegiorgio, hanno fatto invece scattare le manette ai polsi di un 74enne, proveniente da Sarnano. E’ stato condannato a 5 anni ed un mese di reclusione per truffa, furto e violazione degli obblighi di assistenza familiare. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Fermo. Nell’ambito dello stesso servizio, i carabinieri di Pedaso hanno anche sorpreso un uomo di 36 anni di San Benedetto. Fermato a bordo di un’auto, è risultato sprovvisto della patente, che gli era stata sospesa. Inevitabile la denuncia, insieme al fermo amministrativo dell’utilitaria su cui viaggiava, che sarà confiscata. A Porto Sant’Elpidio l’attenzione si concentra sui reati contro il patrimonio. Non si preoccupava troppo delle forze dell’ordine, evidentemente, un 31enne algerino, già noto alle cronache giudiziarie, in particolare per reati commessi nel Maceratese. Passeggiava per le vie della cittadina rivierasca con indosso un giubbetto di pelle, uno zaino ed una catena per biciclette. Era tutta merce rubata, per un valore complessivo di poco superiore ai 500 euro. L’uomo è stato denunciato e tutti gli articoli sequestrati, in attesa di approfondimenti investigativi.

La Prefettura

A Porto San Giorgio, invece, segnalazione in Prefettura ai danni di un giovane di 26 anni. Aveva mezzo grammo di eroina per uso personale. Complessivamente sono state impegnate 6 pattuglie, con 12 unità dell’Arma lungo le strade del Fermano. Fermate 42 vetture ed identificate 52 persone, circa un quarto dei quali stranieri.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA