L'effetto Green pass è durato poco: professori e non solo, c’è chi frena. Ecco l'ultima stretta per i vaccini

Giovedì 7 Ottobre 2021 di Francesca Pasquali
L'effetto Green pass è durato poco: professori e non solo, c è chi frena. Ecco l'ultima stretta per i vaccini


FERMO  - 73,07. È la percentuale dei vaccinati nel Fermano. 116.212 persone che hanno completato il primo ciclo di somministrazioni. Un dato che soddisfa poco (quello regionale è al 75,5%) e che vede sempre più lontana l’immunità di gregge. Le vaccinazioni sono a un punto morto. L’effetto Green pass non ha scalfito la cortina dei no vax. «Chi si doveva vaccinare ormai l’ha fatto. Gli altri si arrangeranno coi tamponi», dicono dal centro vaccinale di viale Trento.

 

Tra gli irriducibili c’è una fetta di insegnanti. La sola classe al momento in quarantena (il 1B Chimica del Montani) sa quasi di miracolo. O di «un sistema ormai rodato che funziona», come vanno ripetendo i presidi. Dai test salivari nelle scuole “sentinella”, finora, è emerso un solo positivo: un alunno della primaria Salvadori di Lido San Tommaso. Dopo la quarantena, la classe è tornata a scuola l’altro ieri.


Tra i Comuni del Fermano, la maglia nera degli immunizzati ce l’ha Rapagnano, dove ha ricevuto la seconda dose solo il 67,86% della popolazione vaccinabile (1.214 vaccinati). Seguono Porto Sant’Elpidio con il 68,02% (16.738), Moresco con il 69,36% (360) e Francavilla d’Ete con il 69,75% (604). Tutti e quattro sotto la soglia del 70%. Nella classifica dei virtuosi spicca Monsampietro Morico con l’80,50% (450 vaccinati). È l’unico Comune della provincia sopra l’80%. Seguono Montefalcone Appennino con il 78,84% (298), Lapedona con il 78,46% (867), Monte Vidon Corrado con il 77,81% (491) e Magliano di Tenna con 77,59% (1.011). Fermo è al 74,28% (25.010 vaccinati), Porto San Giorgio al 73,35% (11.142), Sant’Elpidio a Mare al 74,60% (11.562), Montegranaro al 74,45% (8.717).

Quanto agli altri Comuni, Altidona è al 73,96% (2.326 vaccinati), Amandola al 74,38% (2.352), Belmonte Piceno al 74,18% (408), Campofilone al 73,73% (1.302), Falerone al 74,92% (2.220), Grottazzolina al 71,59% (2.154), Massa Fermana al 73,23% (588), Montappone al 77,58% (1.159), Monte Giberto al 74,67% (510), Monte Rinaldo al 74,51% (228), Monte San Pietrangeli al 77,44% (1.634), Monte Urano al 75,33% (5.450), Monte Vidon Combatte al 74,32% (275), Montefortino al 70,87% (766), Montegiorgio al 72,72% (4.433), Monteleone al 70,77% (259), Montelparo al 72,20% (522), Monterubbiano al 70,22% (1.396), Montottone al 71,36% (613), Ortezzano al 72,99% (527), Pedaso al 72,68% (1.921), Petritoli al 73,64% (1.581), Ponzano di Fermo al 71,97% (1.086), Santa Vittoria in Matenano al 76,93% (927), Servigliano al 74,65% (1.605), Smerillo al 70,95% (232), Torre San Patrizio al 70,54% (1,264). Mentre la campagna vaccinale ristagna, il Fermano piange un’altra vittima del Covid.


A Terapia intensiva del Murri è morto un 68enne di Fermo. L’uomo, che era vaccinato, aveva diverse patologie pregresse. È rimasto ricoverato a lungo nel reparto di Malattie infettive. Poi, quando le sue condizioni sono peggiorate, è stato trasferito in Rianimazione. I positivi nell’ospedale scendono a cinque, tutti in Malattie infettive. Salgono a 298 le persone della provincia contagiate dal virus e decedute.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento