Ospedale Murri, i contagiati superano quota cento. L'emergenza approda in Regione, task force per i rinforzi

Mercoledì 13 Gennaio 2021
Ospedale Murri, i contagiati superano quota cento. L'emergenza approda in Regione, task force per i rinforzi

FERMO - Il Murri è in piena emergenza. Ieri, i pazienti positivi erano 107 (30 in Malattie infettive, 5 in Terapia intensiva, 21 in Medicina Covid 1, 14 in Medicina Covid 2, 25 in Chirurgia, 6 in Area grigia, 6 in Pronto soccorso). Nel pomeriggio, 14 sono stati trasferiti a San Benedetto, dove lunedì erano già stati trasportati altri due pazienti. Al Murri, le ultime due vittime del virus sono un’80enne di Fermo, morta l’altro ieri, e un’85enne di Sant’Elpidio a Mare, deceduta nella notte tra lunedì e ieri.

 

In ospedale, continuano i tamponi su pazienti e sanitari. Tra questi ultimi ci sarebbero altri positivi che si andrebbero ad aggiungere ai 41 dei giorni scorsi. Una situazione che allarma e che, se non arriveranno rinforzi, potrebbe mettere a rischio l’operatività dell’ospedale, passato alla fase 3. Da qui la proposta di chiedere aiuto ai medici della Protezione civile. A lanciarla è la Cgil di Fermo. «La riprogrammazione del Murri – spiega Roberto Lanfranco – comporta una riduzione delle sedute di sala operatoria, proprio mentre in questi mesi c’era stato uno sforzo enorme da parte degli operatori per il recupero delle liste e delle sedute in attesa di interventi. Contestualmente, si ridurrà l’attività ambulatoriale e di degenza e saranno garantite solo le urgenze». Cosa che il Fermano non può permettersi, perché «il diritto alle cure va salvaguardato e garantito».

La crisi approda in Regione, con un’interrogazione dei consiglieri Pd Cesetti, Mangialardi e Carancini. «Quali immediati provvedimenti si intendano adottare per ripristinare presso l’ospedale Murri di Fermo l’erogazione delle prestazioni e delle cure necessarie ai cittadini della provincia di Fermo?», la domanda a cui il presidente Acquaroli e l’assessore alla Sanità Saltamartini dovranno rispondere. Quello scoppiato al Murri è il secondo importante focolaio che ha interessato il capoluogo. Il primo, al Sassatelli, si è stabilizzato su 78 ospiti positivi.

Di questi, 24 si trovano nella Rsa di Campofilone, 15 nella residenza Covid (ex terapie intermedie) di Sant’Elpidio a Mare, 11 nella Rsa di Ripatransone, 6 a Villa Serena di Jesi, 5 nella residenza protetta di Montegranaro, mentre 8 sono ancora ricoverati al Murri. Nove gli ospiti finora deceduti. Ventiquattro quelli negativi presenti nella casa di riposo, dove si è concluso l’affiancamento dei quattro infermieri e del medico dell’Aeronautica militare, arrivati in aiuto del personale decimato dal Covid. Che, adesso, comincia a stare meglio. Stanno, infatti, iniziando a rientrare gli oss risultati positivi.

Gli operatori disponibili, al momento, però, sono solo 13 su 39. Alcuni hanno fatto il tampone di controllo che ha dato esito indeterminato e sono in attesa di ripeterlo. In servizio ci sono un coordinatore infermieristico e un infermiere. Altri quattro rientreranno se il tampone sarà negativo. Intanto, ieri, la curva dei contagi ha rallentato. I nuovi casi registrati sono stati 37. E sempre ieri la Regione ha reso accessibili i dati di contagi e quarantene, finora prerogativa dei sindaci.

Nella nostra provincia, i positivi hanno superato quota 1.200. Sette i Comuni Covid free (Montefalcone, Monte Rinaldo, Monte Vidon Corrado, Ortezzano, Smerillo, Monsampietro Morico e Monte Vidon Combatte). Fermo è il Comune con il maggior numero di contagi (323 e 386 persone in quarantena). Di poco più bassi i numeri di Porto Sant’Elpidio (308 positivi e 329 persone in quarantena). Praticamente identici i dati di Porto San Giorgio e Sant’Elpidio a Mare, entrambi con 114 contagiati e, rispettivamente, 125 e 128 persone in quarantena. A scendere, Monte Urano ha 79 positivi e 88 persone in quarantena, Montegranaro 73 e 82. Nella media Valtenna, è Montegiorgio il Comune con più contagi (39) e quarantene (53). Migliora la situazione di Montappone, dove i positivi sono 8 e gli abitanti in quarantena 13. In Valdaso, i numeri più alti li ha Altidona (22 positivi e 24 quarantene).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA