Certificati più rapidi, adesso basta il tabaccaio: «Una rete civica per aiutare i cittadini»

Certificati più rapidi, adesso basta il tabaccaio: «Una rete civica per aiutare i cittadini»
Certificati più rapidi, adesso basta il tabaccaio: «Una rete civica per aiutare i cittadini»
di Francesca Pasquali
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Febbraio 2022, 10:00

FERMO  - I certificati di nascita e di morte. Ma anche quelli di matrimonio, unione civile, cittadinanza, esistenza in vita, residenza, stato civile, stato di famiglia, stato di famiglia e stato civile, residenza in convivenza, stato di famiglia Aire, stato libero e convivenza. Da questa settimana, i certificati anagrafici, a Fermo, si fanno anche in tabaccheria.

 
Grazie a una convenzione tra Comune e Fit, Federazione italiana tabaccai, da lunedì scorso è possibile stampare i documenti dal tabaccaio di fiducia. In pochi secondi e al costo di due euro, Iva inclusa. Diciannove le tabaccherie che stanno facendo da apripista, coprendo tutti i quartieri della città. Ad aderire, per adesso, sono state quelle delle vie Tiro a segno, Murri, Egidi, Pompeiana, Prosperi (Campiglione), Giammarco (Santa Petronilla) e della Libertà (Marina Palmense), quelle di piazza del Popolo e di piazza della Libertà (Capodarco), quella di contrada Girola (stazione di servizio) e quelle dei viali Trieste, Casabianca, Trento Nunzi, XX Giugno e Trento. Più quella di corso Cavour e le due lungo la Statale Adriatica, una a nord e una a sud.

«Una grande rete civica al servizio dei cittadini che, a breve, potrà essere estesa a tutte le tabaccherie associate Fit del Comune», fa sapere il presidente della federazione provinciale dei tabaccai, Antonio Paparello. Oltre ai certificati anagrafici, possono essere rilasciati anche quelli della Camera di commercio e le visure catastali. Con l’apposita delega, si possono ritirare pure i certificati per conto di altre persone. Il tutto, assicura Paparello, in completa sicurezza, visto che «la nostra piattaforma è una delle migliori d’Europa e può essere implementata con altri servizi». Anche il sindaco Paolo Calcinaro ha voluto sperimentare la novità. L’ha fatto ieri mattina nella tabaccheria di viale XX Giugno, a San Giuliano. «È un servizio – ha detto – che si avvicina a tutti, particolarmente importante in una città come Fermo, articolata in tanti quartieri». Chi vive in quelli più lontani dal centro, quindi, non dovrà più per forza mettersi in macchina e fare la fila in Comune.

L’altro vantaggio è l’orario, più elastico rispetto a quello degli uffici comunali. Per adesso, spiega il titolare della tabaccheria di viale XX Giugno, Simone Santarelli, a richiedere il servizio sono soprattutto i professionisti. Una novità che promette di espandersi a macchia l’olio. Una crescita in queste attività dove, per Paparello «il passaggio generazionale avviene in modo naturale, di padre in figlio, all’interno della stessa generazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA