Dal teatro al festival, il centro riparte e fa il piano di turisti. Calcinaro: «Dopo il virus crescono le città d'arte»

Lunedì 18 Ottobre 2021 di Chiara Morini
Dal teatro al festival, il centro riparte e fa il piano di turisti. Calcinaro: «Dopo il virus crescono le città d'arte»

FERMO - «C’è una ripresa che parte dal punto dove avevamo lasciato»: così il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro. Teatro, concerti, Fermhamente quest’anno in parte anche in presenza, ma soprattutto il ritorno di Fermo città del Natale.

 

 

«Chiaramente il Covid da una parte ha tolto molto – prosegue il sindaco – ma dall’altra ha fatto riacquistare interesse per i centri come Fermo». Ieri la centralissima piazza del Popolo era piena, ed è lo stesso primo cittadino che racconta come «si sono visti molti turisti, sia in pullman che singoli. Mi hanno riferito di un bus proveniente dall’Austria, e poi l’incontro con il giornalista inglese: si inizia a parlare della città, anche fuori. Inoltre le strutture aperte erano piene, i musei tornano ad essere attrattivi e c’è chi inizia a mostrare interesse verso le vetrine dalle luci spente, che si sono chiuse a causa del Covid».


La pubblicazione
A questo proposito Calcinaro annuncia che a breve sarà pubblicato un bando per contributi a fondo perduto per le riaperture mentre si pensa anche alle future scelte per Casina delle Rose, museo archeologico a Palazzo Fontevecchia, ex mercato coperto e Girfalco. Nel frattempo è tornato l’Oktoberfest, anche se senza i tedeschi di Ansbach. Poco più in là ieri mattina si sono aperte le porte del teatro dell’Aquila. Quelle della biglietteria per i primi abbonamenti per la stagione che inizia il 2 novembre. Sono destinati a chi intende usufruire della prelazione in qualità di vecchio abbonato. Solo ieri mattina sono stati una novantina i tagliandi venduti. La vendita degli abbonamenti è andata avanti anche nel pomeriggio di ieri, e la prelazione potrà essere esercitata ancora per tutta questa settimana, fino al prossimo sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 19,30. Poi dal 24 al 28 ottobre potranno essere acquistati i nuovi abbonamenti. L’interesse verso il teatro cresce: Amelia Monti e Marina Massironi, Alessandro Preziosi e Ambra Angiolini alcuni dei protagonisti. Per colmare la sete di cultura, nel frattempo, oggi comincia la quinta edizione di Fermhamente.


La scelta
Per ovvi motivi anche quest’anno non si vedranno le file degli studenti: i laboratori per le scuole e quelli per tutti saranno online fino a venerdì. Ma poi sabato e domenica prossimi gli eventi saranno in presenza. In centro storico, nella sala dei Ritratti, con la premiazione, sabato, dei contest di fotografia e di arti visive. Domenica invece nella chiesa di San Filippo, con conferenze sul “La nano rivoluzione della medicina: come e cosa può cambiare?”, “Dante divulgatore della scienza”, “Come si fotografa un buco nero”. Stesso giorno per il centro culturale San Rocco e il laboratorio “Dimensione parallela”, la mostra laboratorio all’Oratorio San Domenico “La sezione aurea: la proporzione e l’armonia dell’arte”. Con tanto di visite guidate a Palazzo dei Priori e alle Cisterne romane, da prenotare obbligatoriamente. Ci sono poi i concerti che stanno tornando e su tutti si ricordano la già annunciata data zero di Umberto Tozzi e Raf, per il 16 novembre (da stabilire le modalità di vendita dei biglietti). «Tutto questo aspettando il Natale» conferma il sindaco: attesa per la pista di ghiaccio e le altre attrazioni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA