Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Il Carnevale da vivere con gli eventi dal vivo: riparte la Baraonda nei teatri. Sei gli appuntamenti, si comincia oggi

Il Carnevale da vivere con gli eventi dal vivo: riparte la Baraonda nei teatri. Sei gli appuntamenti, si comincia oggi
Il Carnevale da vivere con gli eventi dal vivo: riparte la Baraonda nei teatri. Sei gli appuntamenti, si comincia oggi
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Febbraio 2022, 07:30

FERMO  -Non potrà essere, ancora, la solita “Baraonda” che anima il Carnevale di Fermo e Porto San Giorgio, ma le due città hanno voluto esserci lo stesso. Insieme, come da alcuni anni, per organizzare un cartellone che si chiama, appunto, “Baraonda”, e si svolgerà nei due rispettivi teatri. 

 
Cinque gli eventi suddivisi tra Fermo e Porto San Giorgio, al quale si aggiunge il sesto, il lancio del programma, avvenuto senza spettacolo, in segno di rispetto per la morte del giovane Giuseppe. Alla presentazione c’erano i due Re Carnevale, Luigi Palloni per Fermo e Roberto Luciani per Porto San Giorgio, e le maschere tradizionali delle due città. Per Fermo Mengone Torcicolli, con sua moglie Lisetta, rappresentati quest’anno da Mirco Abbruzzetti e Venusia Morena Zampaloni. Dopo la ricerca guidata da Marco Renzi di Proscenio Teatro, Mengone Torcicolli è tornato protagonista ed è valso alla città, negli anni scorsi, il riconoscimento di Carnevale storico.

Per Porto San Giorgio la maschera de “Lu cucà” che, in dialetto vuol dire il gabbiano. Impersonata da Emanuela Capizzi, la maschera è un gabbiano “guerriero”, con elmo e spada. «Sono - spiega il direttore artistico Marco Renzi – spettacoli da vivere, senza la mediazione dello streaming». Durante le chiusure del 2021, infatti, ci fu uno spettacolo al teatro dell’Aquila, solo online, per le normative vigenti. Si comincia alle 17 di oggi, al comunale di Porto San Giorgio: bimbi e famiglie, assisteranno alla storia de “I tre porcellini”, della Fondazione Aida di Verona. Giovedì grasso, 24 febbraio, alle 17 al teatro dell’Aquila “Il teatrino di Mangiafuoco, ovvero le avventure di Pinocchio” del “Teatro La Mansarda” di Caserta. Invece dei gruppi, il 27 febbraio, in piazza del Popolo a Fermo, alle 16, ci sarà “Il gran teatro di Mengone Torcicolli”: tra marionette e attori si racconterà la storia della maschera fermana, prima della musica live. 


Ancora musica, lunedì 28, al teatro dell’Aquila: alle 18 protagonista la “Lightdance” di Lux Arcana di Firenze, che propone danza aerea e giocolerie di luci. Gran finale il 1° marzo, alle 17, nel teatro di Porto San Giorgio, con “All’incirco Varietà”, spettacolo di circo teatro, a cura di Lannutti & Corbo. info e prenotazioni: per Fermo 0734 284295, per Porto San Giorgio 335 5268147. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA