Prelievi record con la tessera bancomat rubata, la ladra smascherata dai carabinieri grazie alle telecamere

Prelievi record con la tessera bancomat rubata, la ladra smascherata dai carabinieri grazie alle telecamere
di Nicola Baldi
2 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Aprile 2022, 07:20

FERMO - I carabinieri di Fermo sono riusciti a dare un volto alla donna che nei giorni scorsi, in diverse postazioni Atm, era riuscita a eseguire diversi prelievi con una carta bancomat rubata. L’altra mattina un 62enne di Monte Urano, andato a Fermo, aveva parcheggiato l’auto e senza chiuderla a chiave si era allontanato di alcuni metri per chiedere un’informazione a un negoziante.

 

Dopo essere ripartito si è accorto che durante la sosta era sparito il borsellino con i documenti personali, una piccola somma di denaro e la tessera bancomat. Quindi è andato dai carabinieri per la denuncia e bloccato la carta. Malgrado questo dopo alcuni minuti ha ricevuto sul cellulare le notifiche di un avvenuto prelievo di contanti, per una somma complessiva di 3mila euro circa. I carabinieri si sono recati sul luogo del furto e poi, grazie al contributo dei filmati registrati da alcune telecamere e a quelli acquisiti dalle postazioni Atm dove erano stati eseguiti i prelievi, in pochi giorni sono riusciti a risalire alla donna che aveva effettuato i prelievi, identificandola in una 30enne rom residente in provincia di Teramo, denunciata all’autorità giudiziaria per ricettazione e indebito utilizzo di carte di pagamento.


Le raccomandazioni
I carabinieri colgono l’occasione per raccomandare alla cittadinanza di non lasciare effetti personali all’interno di auto in sosta, e in particolare di non conservare codici vari e pin di carte di credito all’interno di portafoglio, oppure insieme alle stesse tessere. Purtroppo bisogna fare sempre la massima attenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA