Fermo, blitz dei carabinieri per armi e droga: pregiudicato denunciato dall'ex moglie

Lunedì 18 Maggio 2020 di Paolo Gaudenzi
Fermo, blitz dei carabinieri per armi e droga: pregiudicato denunciato dall'ex moglie

FERMO - Teneva in casa una carabina ad aria compressa ed un pugnale di ben 32 centimetri di lunghezza. Oggetti pericolosi scoperti dai carabinieri grazie alla segnalazione dell’ex moglie. E’ stato denunciato per detenzione abusiva d’armi un pregiudicato, cui i carabinieri del radiomobile di Fermo hanno fatto visita, dopo aver raccolto la denuncia della donna.

LEGGI ANCHE:
Filottrano, malmena moglie e figlie poi minaccia il suicidio. Bloccato dai carabinieri

Laura, 59 anni, manager della moda, stroncata da una malattia incurabile

I due oggetti erano detenuti irregolarmente e sono stati immediatamente sequestrati dai militari. E’ questa solo una delle 6 persone, tutte con precedenti penali ed italiane, denunciate dall’Arma nelle ultime ore nel territorio della compagnia di Fermo.
 
Curioso il caso di un soggetto, anche lui già noto alle forze dell’ordine, fermato ad un posto di blocco da parte di una pattuglia.
Non aveva con sé alcun documento, né carta d’identità né patente e per cavarsela ha provato a fornire le generalità del fratello. Dopo aver effettuato le verifiche del caso, però, i carabinieri sono riusciti ad accertare la vera identità dell’uomo, che ora dovrà rispondere di falsa attestazione e guida senza patente.
L’accertamento
Erano pregiudicati anche altri due uomini, sempre italiani, che a Sant’Elpidio a Mare hanno rifiutato di sottoporsi ad un accertamento per verificare l’uso di sostanze stupefacenti. Un altro, anche lui con precedenti, invece, è finito denunciato per detenzione di droga a fini di spaccio, dato che addosso aveva un grammo di cocaina. L’elenco quotidiano delle attività svolte dai militari si conclude con un soggetto affidato in prova ai servizi sociali. L’uomo aveva l’obbligo della permanenza notturna in casa, ma quando una pattuglia si è presentata nella sua abitazione per verificare il rispetto delle prescrizioni, non lo ha trovato a domicilio. Vista l’assenza all’atto del controllo, inevitabile la denuncia per inosservanza ai provvedimenti dell’autorità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA