Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cresce l'amore per i cani, in campo Quattrozampe di Piazza. E ora l'associazione ha pure l'avvocato

Cresce l'amore per i cani, in campo Quattrozampe di Piazza. E ora l'associazione ha pure l'avvocato
Cresce l'amore per i cani, in campo Quattrozampe di Piazza. E ora l'associazione ha pure l'avvocato
di Nicola Baldi
2 Minuti di Lettura
Sabato 5 Giugno 2021, 08:25

FERMO - Cani, una passione che cresce. Sempre più famiglie scelgono l’amico più fidato dell’uomo e aumentano, nello stesso tempo, problemi e possibili vertenze. Si mobilita a Fermo l’associazione Quattrozampe di Piazza, rappresentata da Adriano Piattoni, Simone De Santis e Roberta Vitali, che ora ha anche un suo legale, l’avvocato di Porto San Giorgio Andrea Agostini.

 
«Il nostro lavoro - dice il segretario Piattoni - non si è mai fermato, nonostante la pandemia. Siamo riusciti a instaurare un rapporto di amicizia e fiducia con i fruitori delle aree, e c’è chi ha fatto donazioni sul conto corrente. Tranne qualche soggetto, tutti ci hanno ringraziato e appreso il nostro consiglio: mantenendo la distanza di sicurezza e usando le mascherine siamo riusciti a lasciare aperte le aree verdi per i cani. Debbo ammettere che senza l’aiuto di Simone e Roberta, saremmo non dico andati alla deriva, ma quasi. Sono due presidenti che si contraddistinguono per la calma e per il saper fare e sanno trovare sempre una soluzione. D’altra parte noi sfalciamo e facciamo la manutenzione di ben sei aree per i cani, fortemente volute. Inoltre veniamo continuamente raggiunti da telefonate e messaggi quando si smarrisce un cane, quando c’è una nuova cucciolata di micetti e di cagnolini. E noi non possiamo tirarci indietro».

«Anche se siamo nati per lo sfalcio e la manutenzione delle aree di sgambamento - rimarca - ci sentiamo troppo vicini a queste situazioni: gli animali sono la parte più indifesa della società; c’è ancora chi pensa che i cani dovrebbero essere tenuti in campagna con la catena».Si ricorda «anche l’importanza dei canili, tipo quello di Gazzoli o di Gioia e Romeo, che fanno un lavoro importantissimo». E ora, il sostegno legale: «L’avvocato Agostini - chiosa - ci ha ringraziato e si è detto onorato dell’impegno: ci assisterà a tutti gli effetti e ci darà il suo supporto».

© RIPRODUZIONE RISERVATA