La Banda giovanile suona dal Papa e Francesco si complimenta: «Bravi, seguite la vostra passione». Ecco chi faceva parte del gruppo

La Banda giovanile suona dal Papa e Francesco si complimenta: «Bravi, seguite la vostra passione». Ecco chi faceva parte del gruppo
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 9 Settembre 2021, 05:30

FERMO - Una grandissima emozione suonare alla Sala Nervi, in Vaticano, davanti al Papa. A viverla sono stati i ragazzi della Banda giovanile “Città di Fermo”, che ieri sono stati all’udienza generale del Pontefice. Non sono andati soli a Roma, ma sono stati accompagnati in questa importante trasferta anche dal prefetto Vincenza Filippi, dal sindaco di Fermo Paolo Calcinaro, e dall’assessore alla Cultura del Comune capoluogo, Micol Lanzidei.


Il gruppo
Emozione e gratitudine anche per loro, così come per Arianna Isidori, presidente dell’associazione Amadeus, che coordina il gruppo, e il maestro Mirco Barani che ha diretto i giovani musicisti durante questa esibizione che ricorderanno sicuramente per tutta la vita. Parole di speranza, quelle di Papa Francesco, e l’emozione, ancora più grande è stata quando il Pontefice, al termine dell’udienza, ha voluto salutare personalmente la delegazione proveniente da Fermo. In particolare ha stretto la mano del sindaco Calcinaro e del prefetto Filippi, e ai ragazzi ha rivolto parole di incoraggiamento invitandoli ad andare avanti nella strada artistico-musicale che hanno intrapreso.


I protagonisti
Il gruppo dei giovani orchestrali che ha suonato a Roma era composto da parte di Matilde Fratink, Claudia Piccinini, Alice Barani, Matteo Tarabelli, Fabiana Civitano, Claudia Pascarella, Tommaso Alidori, Alessandro Silla, Marco Santanafessa, Sofia Berardi, Luca Del Bufalo, Letizia Illuminati, Giulia Ciarrocchi, Sofia Borraccini, Andrea Paci, Lorenzo Boni, Matteo Malaspina, Edoardo Montelpare, Ivan Curzi, Stefano Caponi, Simone Tenerelli, Monica Noschese, Sabrina Barboni, Gioia Isidori, Paolo Traini, Giorgia Maurizi, Filippo Sabella, Michele Andrenacci, Filippo Sarzana, Giuseppe Riccetti, Luca Vesperini, Diego Minnozzi, Federico Filippetti e  Daniele Del Gatto. Hanno suonato sotto la direzione, come detto, di Mirco Barani e con loro ha partecipato, come solista, anche il soprano Patrizia Biccirè.


Il repertorio
Il gruppo ha suonato l’Ave Maria di Caccini, e alcune delle più belle musiche da film del repertorio di Ennio Morricone, e alla fine è tornato con in tasca una bellissima foto ricordo con il Pontefice che sarà sicuramente da incorniciare. Il sindaco Paolo Calcinaro ha consegnato al Papa un omaggio, vale a dire un’opera realizzata dall’artista, pittore ed incisore fermano Sandro Pazzi, presidente e fondatore dell’associazione “La Luna”. “Essere e bellezza”, questo il titolo dell’opera, è un volume di incisioni e poesie curato insieme con il compianto padre Stefano Trojani. Sono ritratte le più belle incisioni di Pazzi, artista ormai di fama internazionale e protagonista di diverse mostre e opere esposte in modo permanente nei Musei italiani ed esteri.
L’esperienza
La Banda giovanile di Fermo che si è esibita davanti al Papa all’attivo ha diverse esperienze particolari, concerti in Italia, masterclasses, incontri musicali con bande anche estere. Da ieri ne può contare una in più, e c’è da essere sicuri del fatto che quella fatta ieri mattina, sarà quella che ricorderanno con più emozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA