Autostrada in tilt, fino a 7 km di file. Scatta il conto alla rovescia per lo smantellamento dei cantieri

Autostrada in tilt, fino a 7 km di file. Scatta il conto alla rovescia per lo smantellamento dei cantieri
di Chiara Morini
3 Minuti di Lettura
Sabato 11 Giugno 2022, 09:20

FERMO - Pomeriggio di fuoco per gli automobilisti che hanno percorso l’autostrada A14 ieri, quando le code hanno raggiunto il picco di 7 chilometri in direzione nord, tra San Benedetto e Pedaso e 6 chilometri verso sud, da Porto San Giorgio a Grottammare, variando nel corso del pomeriggio.


Vero è che ieri era venerdì, giornata di rientri, sicuramente, e il traffico non ha tradito i bollini rossi delle previsioni, ma probabilmente la circolazione di auto e altri mezzi sta aumentando anche per la stagione estiva ormai alle porte, con la scuola che questo fine settimana termina anche in altre parti d’Italia. Le previsioni diffuse nel tardo pomeriggio di ieri da Aspi, parlano di bollino rosso ancora fino alla tarda mattinata di oggi, poi giallo nel pomeriggio. Criticità nel traffico sono previste per il pomeriggio di domani, e anche per i giorni successivi il bollino verde nelle previsioni, quando c’è, è solo dopo le 19. Lo scorso fine settimana, con la sospensione dei cantieri per il lungo ponte del 2 giugno, la circolazione non è stata problematica, tutto tranquillo, senza particolari disagi.


La ripresa dei cantieri, lo scorso lunedì, ha comportato anche la ripresa dei soliti disagi di chi l’autostrada la percorre anche tutti i giorni. Difficile andare a lavorare, difficile percorrerla per qualsiasi motivo, complicato da due corsie arrivare a una sola per carreggiata. I cantieri sono nelle gallerie Pedaso (per la carreggiata nord tra Grottammare e Pedaso) e in quelle comprese tra Pedaso e Grottammare nella direzione di marcia sud. Cantieri a ieri attivi anche tra San Benedetto e Grottammare in direzione Ancona. Ormai si va avanti per inerzia, aspettando la fine dei lavori e quindi il ritorno a una normalità che ormai, tutti, fautori della terza corsia o dell’arretramento, pensano che potrebbe non esserci fino alla risoluzione definitiva del problema. Va detto e ricordato che questi lavori sono necessari per adempiere agli adeguamenti del piano di sicurezza previsti dalla legge, e quindi non rinviabili.


Intanto fra poco meno di due settimane, arriva l’annunciato stop ai lavori e quindi ai cantieri per tutta l’estate, in modo tale da ridurre al minimo i disagi per turisti, pendolari e altri automobilisti. Disagi che, ovviamente, potrebbero esserci comunque se si dovessero verificare problemi non previsti. Lo stop andrà avanti ininterrotto fino alle 22 del 6 settembre prossimo: non sarà molto, ma almeno servirà a eliminare una delle cause di maggiori disagio anche durante la settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA