Autostrada, allarme per file e incidenti. Ma adesso lo stop ai cantieri fino al ponte della Liberazione

Venerdì 15 Aprile 2022 di Chiara Morini
Autostrada, allarme per file e incidenti. Ma adesso lo stop ai cantieri fino al ponte della Liberazione

FERMO - Feste pasquali e ponte del 25 Aprile senza cantieri in A14. Così in base al piano tra Porto Sant’Elpidio e San Benedetto che riporta l’annuncio, in base al quale «tutti i cantieri saranno rimossi entro le ore 06 di venerdì 15 Aprile». Si tratta degli ormai noti punti critici dell’autostrada, quelli relativi ai lavori di ammodernamento delle gallerie e manutenzioni e adeguamenti vari che rallentano notevolmente il traffico nel tratto sud dell’autostrada.

 

Si tratta dei lavori relativi all’ammodernamento della galleria Porto San Giorgio, con deviazione di carreggiata tra Porto San Giorgio e Porto Sant’Elpidio nella carreggiata nord. Ci sono poi quelli tra Pedaso e Grottammare verso Pescara, in due punti, per l’adeguamento del piano di sicurezza delle 5 gallerie comprese nel tratto.
I tratti
Stessa cosa verso nord, tra Grottammare e Pedaso, per il piano di sicurezza della galleria Pedaso. Oltre a quelli più a sud, tra Grottammare e San Benedetto verso nord. Tutti questi cantieri rimarranno sospesi fino alle 22 del prossimo 26 aprile. Una scelta che Aspi ha fatto per favorire il deflusso del traffico, durante le festività pasquali, quando è previsto un incremento nella circolazione. Rallentamenti ancora ieri, a dir poco, visto che a guardare le tabelle di queste settimane, quelle relative alle previsioni, si notano solo bollini gialli e rossi. Gli automobilisti non ne possono più, sia per il tempo, sia per i problemi relativi alla sicurezza. Se andava bene le code nei giorni scorsi sono state di due o tre chilometri, ma sono arrivate anche a 5 o 6. L’ultimo incidente, in ordine di tempo, è quello in cui lo scorso giovedì purtroppo ha perso la vita la mamma di Ripatransone, poco dopo il casello di Grottammare. Poco più a nord e solo qualche ora dopo, un altro sinistro, all’altezza del restringimento di carreggiata al confine tra Fermo e Porto San Giorgio, che fortunatamente non ha causato conseguenze se non quelle di rendere la circolazione ai limiti della sopportabilità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA