Fermo, oltre 200 alloggi in vendita: «È il sogno di ogni inquilino»

Fermo, oltre 200 alloggi in vendita: «È il sogno di ogni inquilino» (nella foto Saturnino di Ruscio)
Fermo, oltre 200 alloggi in vendita: «È il sogno di ogni inquilino» (nella foto Saturnino di Ruscio)
di Chiara Morini
4 Minuti di Lettura
Venerdì 21 Ottobre 2022, 04:55

FERMO - Si attendeva il piano straordinario di alienazione degli immobili di proprietà dell’Erap Marche, e le indicazioni sono arrivate alcuni giorni fa dal presidente Saturnino Di Ruscio, durante una riunione del consiglio d’amministrazione: «Si tratta – spiega Di Ruscio – delle alienazioni che di volta in volta la Regione consente di fare, permettendo agli affittuari che vivono negli appartamenti locati, di diventarne proprietari». Tra tutti quelli in regione, gli alloggi potenzialmente disponibili alla vendita, nella provincia di Fermo sarebbero 725, ma la Regione consente di venderne solo il 30%, e saranno circa 216 gli affittuari che potenzialmente potrebbero essere interessati all’acquisto. 

La procedura

La procedura prevede quindi che entro il prossimo mese di novembre gli inquilini che possano essere interessati all’acquisto (appartamenti generalmente costruiti prima del 2000), riceveranno dall’Erap la proposta di vendita. Allegate tutte le modalità per manifestare il proprio interesse all’acquisto dell’alloggio assegnato e le possibili scelte di pagamento. «Sono previste – spiega Di Ruscio in una nota a margine della riunione – due possibilità. Si può pagare in un’unica soluzione, con uno sconto del 20% o pagare a rate, ma con uno sconto del 10%». Modalità che saranno inserite nella lettera, e che saranno illustrate anche in appositi incontri che verranno organizzati con inquilini e sindacati in tutte le province della regione. Ma perchè vendere alloggi popolari con questa penuria di unità abitative? 

La proprietà

«Con queste alienazioni – aggiunge il presidente di Erap Marche – si vuole favorire l’accesso alla proprietà della casa per molti degli assegnatari degli alloggi popolari, che potranno così realizzare il sogno di una vita». I numeri, ovviamente, si vedranno a consuntivo, ma quello che è certo è che con «le risorse derivanti dalla vendita la Regione poi dirà come dovremo spenderle, se reinvestirle o facendo le manutenzioni». A volte le risorse che sarebbero state destinate alla manutenzione degli alloggi popolari, devono essere stornate per altre spese. Citando il caso del ricorso della commissione tributaria regionale contro la sentenza per le cartelle Imu del comune di Montelabbate, nel consiglio di amministrazione s’è discusso del fatto che «in assegna di una norma nazionale chiara e univoca, che non lasci spazio a interpretazioni, a volte l’Erap si vede costretta in alcuni casi a corrispondere dette imposte ai Comuni attingendo necessariamente a risorse che sarebbero state destinate agli alloggi popolari stessi. I bassi canoni di locazione degli assegnatari non sono sufficienti a coprire le spese aggiuntive a tali imposte e bisogna reperirle altrove». 

L’offerta

Fermo e provincia hanno comunque contribuito con un buon avanzo e, per quanto riguarda gli alloggi potenzialmente ottenibili e a disposizione futura dei comuni interessati, a breve «ne saranno messi a disposizione circa un’ottantina, al momento non usati e che necessitano di manutenzione». Per a breve si intende da qui a pochi mesi e quindi potranno essere disponibili per alcuni comuni, non tutti, della provincia fermana. Quanto agli alloggi nuovi, quelli che vengono annoverati tra gli interventi edilizi, nel corso della riunione è stata approvata la convenzione per poter procedere alla progettazione, all’affidamento alla stazione appaltante e poi alla direzione dei lavori per Montefortino. «Si tratta – spiega Di Ruscio – della ristrutturazione edilizia del fabbricato denominato “ex ospedale”, costituito da cinque unità abitative». 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA