Maurizio, 63 anni, perde l'equilibrio su neve e ghiaccio, scivola di sotto e muore. Il suo urlo ha squarciato il silenzio dei Sibillini

Maurizio, 63 anni, perde l'equilibrio su neve e ghiaccio, scivola di sotto e muore. Il suo urlo ha squarciato il silenzio dei Sibillini
Maurizio, 63 anni, perde l'equilibrio su neve e ghiaccio, scivola di sotto e muore. Il suo urlo ha squarciato il silenzio dei Sibillini
di Francesco Massi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Gennaio 2022, 03:40 - Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 09:49

AMANDOLA Tragico incidente nel pomeriggio di ieri sul Monte Amandola. Un uomo di 63 anni, Maurizio Matteucci, residente nell’entroterra fermano (Santa Vittoria), ha perso la vita durante un’escursione in montagna. Si trovava a circa mille e cinquecento metri di quota quando l’escursionista è scivolato verso il basso nel versante est del monte, precipitando per almeno un centinaio di metri tra neve ghiacciata e alberi presenti nell’area. 

 
L’allarme
L’allarme è stato dato immediatamente da altre persone che si trovavano a poca distanza ed hanno assistito al tragico incidente avendo avvertito le urla dell’escursionista mentre precipitava. I tecnici della stazione di Montefortino del Soccorso Alpino e Speleologico sono stati allertati dalla centrale operativa e sono entrati immediatamente in azione. Nel frattempo l’elicottero dei vigili del fuoco ha tentato un avvicinamento, che però si è reso impossibile dal sopraggiungere del buio. Quindi le squadre di terra si sono prontamente portate sul punto in cui si trovava il malcapitato coprendo un percorso impervio per quasi un’ora. Poi la vittima è stata portata alla base dove era già intervenuta l’ambulanza del 118 della Potes di Amandola con medico a bordo che non ha potuto fare altro che constatare il decesso causato dai molteplici urti contro rocce e vegetazione. Tutto inutile nonostante un primo soccorso ed un successivo trasporto a valle sulla ripida pendenza. 


I soccorsi
Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della compagnia di Montegiorgio e quelli della stazione di Amandola, i vigili del fuoco del distaccamento di Amandola. Quindi un ulteriore tragico incidente in montagna oltretutto proprio nella giornata di promozione di come seguire le regole di sicurezza proprio per chi affronta le escursioni, promossa dallo stesso Soccorso alpino. Purtroppo sono molti gli incidenti mortali che si sono verificati da un anno a ad oggi sui Sibillini, in marcato aumento rispetto al passato. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA 

© RIPRODUZIONE RISERVATA