Loira sta meglio: «Ma state attenti: è un virus letale specie per i più anziani»

Mercoledì 18 Novembre 2020 di Serena Murri
Loira sta meglio: «Ma state attenti: è un virus letale specie per i più anziani»

PORTO SAN GIORGIO - Sta meglio il primo cittadino di Porto San Giorgio. Tutta la città è stata messa alla prova in fatto di contagi, 133 i cittadini positivi che nella maggior parte dei casi vede coinvolti interi nuclei familiari, 159 in isolamento fiduciario.

LEGGI ANCHE:

Non rispettano gli arresti domiciliari: denunciati. Controlli dei carabinieri a Porto Sant'Elpidio

 

 

Ieri, in un messaggio rivolto alla stampa, il sindaco Nicola Loira ha fatto sapere: «Sto bene, così anche i miei familiari. Per quanto possibile partecipo all’attività amministrativa. Nei prossimi giorni farò un altro tampone». Il peggio è passato, adesso l’intera famiglia Loira attende di uscire ma naturalmente ci vorrà ancora del tempo. Nella giornata di ieri, lo stesso primo cittadino ha infatti preso parte via web a una riunione con la giunta, segno che sia già più in forze rispetto alle scorse settimane. «Sono collegato con gli assessori e gli uffici - ha annunciato Loira -: continuiamo a tenere sotto controllo le macro questioni.

 Il mio appello va a quelle persone ancora refrattarie nel riuscire a capire cosa sia questo virus. Da vittima posso dire che colpisce in tantissime forme. La mia riflessione è questa; se il virus colpisce una persona abbastanza giovane e sana è un conto, invece se ad avere i sintomi è una persona anziana gli effetti sono davvero devastanti. Se il virus debilita così tanto persone giovani che possono uscirne, quando colpisce persone in là con l’età basta avere un cuore che balla, polmoni che non reagiscono o forme tumorali per non riuscire a venirne fuori. Questo si deve capire: che siamo tutti veicoli di questo virus. Ci sono tantissimi asintomatici che per essere venuti a contatto con i positivi si fanno i tamponi e se positivi sono costretti a fare i conti con questa patologia potenzialmente pericolosa. Come si è visto, in alcuni casi anche per i giovani considerati in buona salute, in presenza di un problema respiratorio, tutto diventa più problematico». Insomma, il messaggio è chiaro: occorre fare la massima attenzione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA