Non vuole mettersi la mascherina e prende a pugni e calci l'autobus: scatta la denuncia

Lunedì 7 Giugno 2021
Fermo, non vuole mettersi la mascherine e prende a pugni e calci l'autobus: scatta la denuncia

FERMO - Ancora interventi della Volante di Fermo per la sicurezza del trasporto pubblico.
Ieri pomeriggio a seguito di segnalazione al 112 relativa ad un soggetto che stava disturbando le persone a bordo di un autobus di linea, il personale della Volante ha raggiunto in breve tempo Contrada Mossa di Fermo dove vi era il mezzo fermo ai bordi della carreggiata. Denunciato un giovane straniero che, visibilmente alterato, si è rifiutato di mettere la mascherina per poi prendere a calci e pugni gli arredi dell'autobus.

 

Oltre al conducente, ai cittadini utilizzatori del servizio pubblico e a personale dell’Istituto di vigilanza, è stata indicato agli operatori della polizia di Stato un giovane straniero seduto in fondo al pullman con i piedi scalzi su un altro sedile il quale era visibilmente alterato, farfugliando frasi senza senso e colpendo con pugni i sedili ed il vetro del veicolo.
Come riferito dal personale in servizio, il giovane, successivamente identificato per un ventenne nordafricano regolarmente soggiornante in Italia e residente nel Lazio, era salito sull’autobus senza utilizzare la mascherina e quando il personale gli aveva richiesto di indossare il dispositivo di protezione delle vie aeree, aveva dato in escandescenza colpendo ripetutamente con calci e pugni varie parti del mezzo senza causare, comunque, danni allo stesso. Per i comportamenti violenti tenuti a seguito di questo secondo intervento, lo straniero è stato denunciato alla magistratura anche per i reati di resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA