Si riaccende l'allarme Covid: scoppia focolaio con 13 positivi alla casa di riposo

Mercoledì 10 Febbraio 2021 di Francesca Pasquali
Porto Sant'Elpidio, si riaccende l'allarme Covid: scoppia focolaio con 13 positivi alla casa di riposo

PORTO SANT’ELPIDIO - Sono tredici le persone contagiate nel focolaio scoppiato nella casa di riposo “La finestra sul mare” di Porto Sant’Elpidio. Un uomo, al momento l’unico sintomatico, è stato trasportato al pronto soccorso del Murri. Gli altri dodici positivi, tra i quali un’operatrice della struttura, per adesso, sarebbero asintomatici o presenterebbero sintomi lievi.

 

Quando, a fine gennaio, l’operatrice ha manifestato i primi sintomi del virus, tutti gli ospiti (in tutto poco meno di venti) sono stati sottoposti al tampone. Dodici quelli risultati positivi. Per uno, come detto, si è reso necessario il ricovero in ospedale. Gli altri si trovano ancora nel centro per anziani, in attesa di essere trasferiti. L’operatrice è in isolamento a casa. Continua, intanto, nel Fermano la triste conta dei decessi legati al Covid. L’altro ieri, all’ospedale di Macerata, è morta una donna di 85 anni di Montegranaro.

Lo stesso giorno, nella sua casa di Lapedona, è deceduto un uomo di cento anni. Al Murri, i ricoverati positivi sono 58: 4 in Terapia intensiva, 12 in area semintensiva, 40 in Malattie infettive e 2 al pronto soccorso. Da lunedì, l’ospedale di Fermo è tornato alla fase 2, riprendendo l’attività ambulatoriale e gli interventi programmati. Nella Rsa di Campofilone i pazienti positivi sono quaranta, all’Inrca di Fermo venti. Stabile l’andamento dei contagi nel Fermano, dove ieri si sono registrati 19 nuovi casi. Torna, invece, a salire il numero delle persone in quarantena, che ieri erano 1.408 (+31), di cui 305 sintomatiche (+10). Dall’inizio della pandemia, nel Fermano, hanno contratto il Covid 6.813 persone. Quelle messe in quarantena sono state 18.572. Cinque, a ieri, i Comuni “Covid free” nella nostra provincia: Massa Fermana, Monte Vidon Combatte, Montefalcone Appennino, Montelparo e Smerillo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA