Oggi i tamponi ai bimbi della Primaria. Sospiro di sollievo per i ragazzi sull'autobus con il contagiato: tutti negativi

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Chiara Morini
Montegranaro, oggi i tamponi ai bimbi della Primaria. Sospiro di sollievo per i ragazzi sull'autobus con il contagiato: tutti negativi

MONTEGRANARO Dovrebbero essere sottoposti oggi a tampone i 18 bimbi della primaria di Montegranaro, che si trovano in isolamento precauzionale dopo che la loro maestra è risultata positiva al Covid 19. Lo fa sapere il capodipartimento di prevenzione dell’Area vasta 4, Giuseppe Ciarrocchi.

In attesa arrivano buone notizie per i 15 giovani che nei giorni scorsi erano stati sottoposti a tampone, in seguito a contatti avuti in autobus con un loro compagno positivo.

 

«Hanno terminato il periodo di isolamento, i loro tamponi sono negativi» dice Ciarrocchi. Sono dunque tornati alla vita di tutti i giorni. «Al momento non si registrano nuovi casi e tutto è tranquillo» rassicura Ciarrocchi. A Montegranaro, invece, dovranno aspettare i risultati dei tamponi che verranno effettuati: i bambini sono, come detto, in isolamento precauzionale con le proprie famiglie. «Attendiamo i risultati» commenta la sindaca Ediana Mancini. Un’azione coordinata, quella di Comune e Asur, che ha permesso un’informazione tempestiva alle famiglie. La notizia della positività al Covid della docente della scuola primaria l’aveva data lunedì la stessa sindaca Mancini. Ripresa la scuola dopo le elezioni, lo scorso 23 settembre, la maestra non era andata a scuola il giorno accusando lievi sintomi influenzali. Poi il tampone e il relativo risultato: fortunatamente le sue condizioni non destano preoccupazione.

La scuola come noto resta aperta, il protocollo Covid lo consente: la docente ha avuto contatti solo con quella classe. «Già nella giornata di lunedì – prosegue la sindaca Mancini – abbiamo effettuato la sanificazione di aula e pulmino. Ora attendiamo l’evoluzione giorno per giorno». Le famiglie hanno giustamente timore e, dice la Mancini, «chiedono spiegazioni e sta a noi istituzioni, Comune, Asur, Scuole, dare risposte chiare». Di certo era immaginabile che l’inizio della scuola sarebbe stata una sorta di prova del fuoco, per la situazione pandemia da Covid-19. Ma il sistema regge. Quanto ai docenti, il controllo dei tamponi, spiega Ciarrocchi, «spetta al referente Covid della scuola». Situazione tutto sommato sotto controllo, per quanto riguarda gli ambienti scolastici. Anche in vista dell’arrivo della stagione invernale, per la quale l’Area vasta 4 già ha consigliato di fare il vaccino. Meglio evitare complicazioni e meglio pure non rischiare confusione. I sintomi sono infatti simili. Se si fa il vaccino per l’influenza e ad esempio si hanno raffreddori il rischio che sia Covid c’è.

Vaccinazione influenzale a parte, la cui campagna partirà circa a metà del mese di ottobre, le raccomandazioni, soprattutto per le scuole, sono le stesse che ripete ad ogni occasione anche la sindaca Mancini per la sua città. «Adottiamo ogni precauzione – il suo invito – scongiuriamo ogni rischio. Le scuole adottano ogni misura per prevenire i contagi, ma bisogna adottare le massime precauzioni anche fuori dalla scuola, per evitare ogni possibile pericolo». Non richiesti dal protocollo, a Montegranaro sono stati fatti i tamponi anche agli autisti degli scuolabus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA