Partita di calcetto con il pubblico affacciato dalle finestre: piombano i carabinieri

Martedì 7 Aprile 2020
Monte Urano, partita di calcetto con il pubblico affacciato dalle finestre: piombano i carabinieri

MONTE URANO - La giornata di festa, le condizioni climatiche perfette e tanta voglia di sfuggire alla morsa dell’isolamento per le norme Coronavirus. È pomeriggio, si prende il pallone e si va in strada. Una porta da un lato, una dall’altro, si formano le squadre e la partitella è presto fatta.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, 96 contagiati nelle Marche: è uno dei dati più bassi dell'ultimo mese. Totale a 4.710/ La mappa del contagio in Italia in tempo reale

Coronavirus, Ceriscioli rassicura le Marche: «Non siamo come la Lombardia: picco passato. Ma non molliamo»

A porre fine al divertimento ci hanno pensato i Carabinieri che nel tardo pomeriggio di domenica sono intervenuti in via Friuli a Monte Urano per comunicare alle persone (adulti e ragazzi) intente a giocare a calcetto che stavano infrangendo la legge. E che anche indossando la mascherina, non si può giocare a calcio sotto casa. Rispettare almeno un metro di distanza tra giocatori è impossibile. L’arrivo dei Carabinieri è stato notato da tutti i vicini di casa, alcuni dei quali stavano seguendo l’esito della partita. Ora sarà la Procura a decidere i provvedimenti a carico dei protagonisti dell’improvvista partitella di calcetto accusati di “inosservanza dei provvedimenti dell’autorità”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA