Fermo, boom di nuovi positivi Covid: è allarme giovani per movida e vacanze

Venerdì 28 Agosto 2020
Fermo, boom di nuovi positivi Covid: è allarme giovani per movida e vacanze

FERMO - Il Fermano “isola felice” si sveglia all’improvviso con un +30 alla voce dei contagi da Covid.

LEGGI ANCHE:
Tremendo schianto frontale tra un furgone e uno scooter: grave il centauro

Coronavirus, allarme rosso nelle Marche per i casi di rientro: 61 nuovi positivi, 30 nel Fermano/ I numeri del contagio in tempo reale

Un’impennata repentina, quella di ieri, tenuto conto che nei giorni scorsi il dato della quinta provincia marchigiana, a fronte di una crescita sensibile dei casi in tutta Italia, è sempre rimasto ampiamente sotto la media sia regionale che nazionale, anche dopo il numero straordinario di tamponi della scorsa settimana, seguiti ad un caso positivo che aveva frequentato un noto locale la notte di Ferragosto. Giovani e reduci dalle vacanze: questo, in breve, l’identikit dei positivi. Si tratta in larghissima parte di persone rientrate da una villeggiatura, prevalentemente da altre regioni italiane. 
 
Sgradito souvenir 
Insomma, il Covid-19 è stato lo sgradito souvenir riportato inconsapevolmente a casa. La situazione rimane sotto controllo se si guarda alle situazioni severe. Nel Fermano tra i casi attivi sono appena 10, al momento, i sintomatici. Appena 8 i ricoveri nelle Marche, nessuno dei quali in terapia intensiva. Si alza però ai massimi livelli la soglia di attenzione e si teme per i contagi che potrebbero registrarsi a breve. Non ci sono malati gravi, la maggior parte rimane asintomatica o con lievi disturbi alle vie aeree. Il boom improvviso potrebbe far pensare ad un focolaio partito in un’area o in un contesto circoscritto, invece non è così. Non si registrano zone di particolare intensità. I casi, come ha comunicato con tempestività l’area vasta 4 Asur, sono distribuiti su tutto il territorio provinciale. 
I giovani
Ben 19 sono giovani nati tra i 1994 ed il 2004. Una ampia maggioranza, quindi, di ragazzi al di sotto dei 25 anni, alcuni anche minorenni. Sono 8 i positivi nel capoluogo, come ha comunicato il sindaco Paolo Calcinaro. Il primo cittadino invita a «seguire quanto sta accadendo con serietà e senza integralismi ansiogeni. I casi si sono riscontrati a seguito dei tanti tamponi effettuati. E’ evidente che il virus circola, magari è statisticamente meno violento, tuttavia è molto rischioso il contagio, specie verso i più anziani. Quindi: distanziamento e mascherina nei luoghi affollati e incontri ravvicinati; immediato autoisolamento e segnalazione in caso di sintomi». Si stanno portando avanti le indagini epidemiologiche, 9 quelle già effettuate. I casi approfonditi al momenti non risultano collegati tra loro e tra questi non c’ nessun rientro dall’estero, mentre non mancano i casi di partecipazioni a cene e feste locali nel weekend di Ferragosto. La AV4 fa sapere che «il servizio pubblico sta continuando le indagini epidemiologiche per individuare tutti i contatti stretti e sottoporli a tampone. La prima seduta è prevista per sabato». Non nasconde la preoccupazione il direttore del distretto sanitario Vittorio Scialè, che evidenzia l’imprevedibilità della situazione capitata nel Fermano nelle ultime 24 ore. Inevitabile correre ai ripari per tutelare le fasce più fragili. 
I tamponi
«I risultati dei tamponi richiesti dai medici di medicina generale il 25 agosto e giunti oggi (ieri,ndr) con un numero imprevedibile di soggetti positivi, non in cluster, indicano purtroppo che nel territorio di AV4 è in piena fase di recrudescenza il contagio Covid. In conseguenza di ciò si dispone con la massima urgenza che tutte le residenze a gestione diretta (Cure intermedie, Rsa, Rsr, Hospice) da subito sospendano qualunque tipo di ingresso in residenza a visitatori e familiari, raccomandando nel contempo il massimo rigore e la massima attenzione agli operatori che agiscono anche al di fuori della struttura».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento