Salta l'appuntamento per il vaccino: «Verrete richiamati presto». Ma tre anziani aspettano da due settimane

Venerdì 2 Aprile 2021 di Massimiliano Viti
Monte Urano, salta l'appuntamento per il vaccino: «Verrete richiamati presto». Ma tre anziani aspettano da due settimane

MONTE URANO - Verrete richiamati: l’appuntamento per il vaccino da inoculare a 3 ultraottantenni monturanesi per il 16 marzo all’ospedale di Montegranaro viene rimandato poche ore prima. Ma da allora nessuno ha saputo più nulla. Protagonista della vicenda una famiglia di Monte Urano che preferisce restare anonima.

 

Ieri, giovedì 1° aprile, l’ultimo aggiornamento: «Dopo quattro tentativi andati a vuoto sono riuscita a parlare con l’operatore del nuovo numero verde regionale per le informazioni Covid 800.936677 e dopo aver fornito tutti i dati anagrafici all’operatore, la risposta alla mia richiesta di informazioni è stata sempre la stessa: verrete richiamati». La vicenda inizia nello scorso mese di febbraio quando viene effettuata la prenotazione del vaccino per i 3 familiari. Appuntamento preso per il 16 marzo a Montegranaro. Ma poche ore prima di partire, squilla il telefono. L’appuntamento viene annullato. «L’operatore non sa il motivo preciso ma ci dice: “Verrete richiamati al più presto. Forse anche domani” ma da quel momento non siamo stati più contattati» raccontano i familiari riepilogando quanto avvenuto nei giorni scorsi. Il sospetto è che gli appuntamenti rimandati vengano messi in coda. «Ho provato più volte a cercare informazioni ma non sono mai riuscita a parlare con nessuno» afferma la famiglia monturanese che mercoledì scorso ha anche notato che sul sito della Regione Marche è comparso un numero verde regionale per le informazioni che è diverso da quello con cui si effettuano le prenotazioni. Ieri è scattata la ricerca a nuove informazioni ma alla fine il risultato è stato sempre lo stesso: «Verrete richiamati». Bisogna dunque armarsi di pazienza e avere fiducia nella sanità pubblica in un momento particolare che può essere di grande caos, a partire dall’arrivo materiale dei vaccini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA