Fermo, gente intimorita si presenta in ospedale: "pre triage" per evitare i contagi da Coronavirus

Sabato 29 Febbraio 2020
Fermo, gente intimorita si presenta in ospedale:

FERMO - Ha terminato ieri la quarantena una delle cinque persone in isolamento volontario per il Coronavirus. Era entrata in stretto contatto con un residente di Codogno, che poi si è ammalato. Durante i quattordici giorni di isolamento non ha manifestato sintomi e ha potuto riprendere la sua vita di sempre. Restano, perciò, quattro le persone in sorveglianza domiciliare nel Fermano. Di recente, erano passate per le zone rosse del nord Italia. Al ritorno, dopo aver avvisato i sanitari, si sono chiuse in casa. Per ora stanno bene e rimangono sotto osservazione. 

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, altri cinque contagiati nelle Marche. Ma l'Asur rassicura: «In regione non c'è un focolaio»

Ancona e le Marche isolate e dimenticate. «Caro ministro Boccia, ci scopre adesso con il Coronavirus?»

Se nei prossimi giorni dovessero manifestare sintomi, saranno sottoposte a tampone. Se risultasse positivo, scatterebbe la profilassi, per loro e per le persone con cui sono entrate in contatto. Ad oggi, nel Fermano non si hanno notizie di contagi. Ma, come fanno sapere gli esperti, il virus si diffonde rapidamente. Per affrontarlo, il pronto soccorso sta creando un percorso separato, in modo da non far entrare in contatto i casi sospetti con gli altri pazienti. All’ingresso sarà posizionato un gazebo. A ogni utente verranno fatte domande per capire sintomi e motivo della presenza. Un “pre-triage” per permettere ai medici di individuare i possibili contagiati, che verranno indirizzati lungo il corridoio del pronto soccorso, fino a una stanza dove saranno sottoposti agli accertamenti. 
 

Ultimo aggiornamento: 10:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA