Clementoni e Croce Azzurra fanno felici
i bimbi del consultorio sangiorgese

Clementoni e Croce Azzurra fanno felici i bimbi del consultorio sangiorgese
2 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Gennaio 2015, 22:29 - Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 18:50
PORTO SAN GIORGIO - La catena di solidarietà tra la Clementoni e la Croce Azzurra fa ancora centro. La catena di solidarietà tra la Clementoni e la Croce Azzurra di Porto San Giorgio, impegnate nella donazione di giocattoli, alza il sipario sul consultorio sangiorgese.

Ieri mattina, infatti, il presidente della pubblica assistenza sangiorgese, Massimo Agostini, si è recato all'ex ospedale cittadino con in spalla una ventina di giocattoli per bimbi dai 10 mesi ai 7 anni.

Direzione: consultorio. Ad attenderlo c'erano il direttore del distretto unico dell'area vasta 4, Licio Livini, il responsabile dei consultori dell'area 4, Nicola Mucciante e alcuni assistenti sociali: "E' vero, in tanti non sanno della nostra esistenza - confermano Mucciante e uno degli assistenti sociali, Andrea Recchioni - perché operiamo nel silenzio. Per noi l'imperativo è la tutela dei minori". Ma stando ai numeri la rete dei consultori è tutt'altro che marginale: "Attualmente vengono seguite circa 700 persone, sono quasi tutti minorenni (per circa il 70 per cento di loro su richiesta di tribunali) che provengono - spiega Mucciante - da realtà familiari critiche. Possiamo portare avanti un tale servizio grazie a 18 operatori tra ostetriche, assistenti sociali e psicologi, alcuni di loro anche con contratti a tempo determinato. Abbiamo consultori anche a Sant'Elpidio a Mare, Montegiorgio, Montegranaro e Petritoli". "Siamo presenti in tutte le sedi distrettuali - sottolinea Livini - e si parte anche per servizi domiciliari".
© RIPRODUZIONE RISERVATA