I Sibillini si fanno belli anche al cinema: va in scena "La ballata dei gusci infranti"

Domenica 3 Aprile 2022 di Francesco Massi
Adolfo Marinangeli e Simone Riccioni

AMANDOLA -  Raffica di appuntamenti nella città dei Sibillini da qui e per tutta l’estate. Continua e si amplifica l’offerta per i visitatori e accelera i motori la macchina organizzativa. Innanzitutto oggi l’evento ufficiale che, da questo fine settimana, vede Amandola sugli schermi di molte sale cinematografiche italiane come location del film “La ballata dei gusci infranti”, della regista Federica Biondi e protagonista Simone Riccioni e, tra gli altri, la partecipazione straordinaria dell’attrice Lina Sastri. 

 
Oggi pomeriggio nella proiezione delle 19.30, nel cinema Europa, sarà presente anche Riccioni. Amandola è protagonista in diverse scene del film, confermando l’innata dote di saper offrire scenari e location adatti al grande schermo. Questa volta i set hanno principalmente riguardato la fattoria amandolese della famiglia Di Mulo, protagonista principale di una delle 4 storie, tutte ambientate nel territorio montano marchigiano e legate da un filo rosso, dove sono sempre presenti, sullo sfondo, gli effetti psicologici e relazionali del dopo sisma.

Spazio anche alla gastronomia, oggi pomeriggio, con due appuntamenti a Tipicità. Alle 14, creazione e degustazione in uno show cooking del piatto tipico “La Fregnaccia come eccellenza del territorio dei Sibillini”, punta di diamante della cucina amandolese. Lo chef e le ragazze della Pro Loco proporranno il piatto tipico con vari accostamenti. Alle 16 il convegno la “Cerca e cavatura del tartufo in Italia”, nel quale parteciperanno Antonella Brancadoro, direttrice nazionale delle “Città del Tartufo”, Alberto Mandozzi, presidente dell’associazione Tartufai, Uriano Meconi dell’Assam, Cristiano Peroni del centro sperimentale tartuficoltura di Amandola, il sindaco amandolese Adolfo Marinangeli. Al termine degustazione del tartufo dei Sibillini. Tanti poi gli eventi ad Amandola dalla primavera all’estate.

A cominciare dalla rassegna “Genitori non si nasce, si diventa” organizzata dal Comune con l’impresa sociale Wega. Il primo incontro, via web e in presenza, il 6 aprile, con Paola Nicolini docente dell’Università di Macerata, lo psicologo Marco Splendiani e il pedagogista Filippo Sabattini, su “Genitori, libertà, regole, limiti e contenimenti”. Il 22 aprile con l’educatrice Giulia Messere, Sabattini e Splendiani, dalle 18.00, si parlerà di “Educazione alimentare e stili di vita”.


Poi il 14 e 15 maggio “Le vele di S. Ruffino”, consueta regata nazionale sul lago, a giugno il corso di formazione sulla creazione di podcast “Raccontare con il suono” e Saggi finali dei corsi di danza e canto della scuola La Fenice. A luglio si entra nel clou con il campionato nazionale trial 4x4, mostra di arte contemporanea, Feste del tartufo nero estivo di Amandola e del gelato, torneo rionale di vari sport Città di Amandola. Per Agosto in programma Fiera di S. Ruffino, Festa del Beato Antonio con la rievocazione storica della Processione delle Canestrelle, torneo tennistico memorial “Luigi Ercoli”. Per l’autunno, a novembre, torna Diamanti a Tavola, festa del tartufo bianco pregiato dei Sibillini.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA