Furioso litigio in casa fra due pakistani: panico nella notte, giovane accoltellato in gravi condizioni

Furioso litigio in casa fra due pakistani: panico nella notte, giovane accoltellato in gravi condizioni
Furioso litigio in casa fra due pakistani: panico nella notte, giovane accoltellato in gravi condizioni
di Francesco Massi
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Giugno 2022, 07:12

AMANDOLA  - Una notte movimentata nella tranquilla Amandola quella tra venerdì e sabato quando in un appartamento una lite molto accesa ha sfiorato la tragedia. Protagonisti due giovani pakistani che condividono la stessa abitazione.


Nella nottata tra i due è scoppiato un diverbio che piano piano è diventato sempre più acceso fino a quando uno dei due si è impossessato di un coltello e ha sferrato un fendente all’altro provocandogli gravi ferite. Dato l’allarme è subito intervenuta sul posto l’ambulanza della vicina Potes dell’ospedale con i sanitari che hanno portato i primi soccorsi. Effettuati gli accertamenti d’emergenza, e probabilmente considerata anche la gravità delle ferite, è stato deciso di far intervenire l’eliambulanza, che dopo un po’ ha potuto atterrare nella pista dell’elisuperficie con funzionalità anche notturna in zona Pian di Contro. Il ferito è stato trasportato sul posto dall’ambulanza del 118 e poi il velivolo di soccorso si è diretto all’ospedale regionale di Torrette.

Sul luogo dove si è verificato il fatto sono anche intervenuti i carabinieri della locale stazione di Amandola e l’equipaggio della radiomobile di Montegiorgio. Sono subito partiti gli accertamenti per stabilire la dinamica e le motivazioni della lite che poi ha portato all’aggressione. Il ragazzo autore dell’accoltellamento è stato fermato dai militari dell’Arma. Da chiarire le cause che hanno scatenato la forte lite che è poi sfociata nella coltellata. Bisognerà stabilire anche se si tratta di una reazione ad una forma di esasperazione per attriti tra i due che duravano da tempo o solo imputabile ad un motivo specifico. Comunque un caso rarissimo nella tranquilla Amandola.


«Un fatto increscioso, più unico che raro nella nostra città – dice il sindaco Adolfo Marinangeli – e che non lede minimamente la consolidata convivenza pacifica degli abitanti amandolesi sempre pronti all’accoglienza. Infatti vivono qui stranieri di diverse nazionalità che si sono integrati molto bene nella comunità e alcuni sono anche diventati cittadini italiani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA