Siccità sulla Valdaso, crescono i timori: «Ma ora riaprite il canale di irrigazione a scorrimento»

Siccità sulla Valdaso, crescono i timori: «Ma ora riaprite il canale di irrigazione a scorrimento»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Febbraio 2022, 05:10

ALTIDONA - «Riattivate il canale di irrigazione a scorrimento»: è questa la richiesta che un gruppo di aziende agricole della bassa valle dell’Aso ha inoltrato al Consorzio di Bonifica e al comprensorio dell’Aso. Una riattivazione da avere almeno per dieci giorni, «al fine di non compromettere definitivamente le colture primaverili». Il problema è causato dal perdurare della siccità: l’assenza di pioggia è anomala e non aiuta il settore dell’agricoltura.

«Vista la gravità della siccità – scrivono – sommata alle numerose problematiche da fronteggiare in seguito alla pandemia, confidiamo che le nostre difficoltà vengano tenute in considerazione». Non solo siccità, perché il periodo pandemico ha lasciato una serie di difficoltà, non ultima quella dell’aumento delle materie prime. Quanto alla siccità, le aziende agricole auspicano un incontro da svolgersi quanto prima, un confronto con il Consorzio e il comprensorio, ma anche con il Comune di Altidona, la Provincia, la Regione e le associazioni di categoria. «È necessario – chiudono – valutare la possibilità di concordare un nuovo calendario idoneo a fronteggiare il cambiamento climatico in atto, ormai da diversi anni». Una richiesta di aiuto per cercare di arginare le conseguenze di una siccità che rischia di creare non pochi problemi alle colture nelle prossime settimane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA