In viaggio in moto tra terre e culture
E ritrova gli amici all'ombra del Duomo

In viaggio in moto tra terre e culture E ritrova gli amici all'ombra del Duomo
2 Minuti di Lettura
Domenica 31 Agosto 2014, 12:33 - Ultimo aggiornamento: 3 Settembre, 20:51

FERMO - Un lungo viaggio in moto, tra terre e culture. Ieri la conclusione e l'abbraccio degli amici. Si è concluso nel pomeriggio di ieri il quarto grande viaggio in moto per l’Europa del centauro fermano Alberto Allegrini. Il “Viaggio della Vita” si è concluso all’ombra del Duomo di Fermo che ne è stata anche ultima tappa. Il giovane motociclista con la passione dei lunghissimi viaggi a cavallo della sua fedele compagna TNT Benelli (una moto italianissima e marchigiana) anche quest’anno ha scelto di condividere esperienze, racconti e immagini del suo lungo itinerario con i suoi amici e “fan” su Facebook, suscitando l’interesse di tanti appassionati di moto e di tanti viaggiatori romantici.

Dopo le numerose tappe britanniche l’ultima fase di viaggio è rientrata nell’Europa continentale per visitare l’incanto di Mont Saint Michel, Rennes, Parigi e Ginevra. Nella capitale francese Allegrini ha ampiamente documentato i vari aspetti artistici e della vita notturna e potuto rendere omaggio alle tombe di Fryderyk Chopin, Oscar Wilde, Maria Callas e Jim Morrison dopo di che, lasciandosi alle spalle gli Champs-Élysées e tanta pioggia, ha puntato verso il Bel Paese facendo una tappa ristoratrice in Svizzera.

Si è concluso quindi un viaggio che ha attraversato un numero in doppia cifra di nazioni (Oltre all’Italia, Austria, Germania, Danimarca, Inghilterra, Scozia, Galles, Irlanda, Francia e Svizzera), tanti borghi, tante cittadine, tante città e qualche metropoli, bellezze naturali e numerose storie e leggende.

Una riflessione conclusiva la fa lo stesso giovane centauro sulla sua pagina Facebook: “Durante un viaggio si fanno scelte che ci possono sembrare perfette e altre che possono apparire sbagliate. A volte si va in un posto per vedere qualcosa e non lo si trova, altre volte ci si trova per baglio in un posto e trovi quello che volevi. Le questioni alla fine sono due ... 1: È importante farla la scelta, 2: senti le cose come vuoi e non come te le vendono”. Ieri alle 18, di fronte al Duomo di Fermo, Alberto ha riabbracciato i suoi amici riportando a casa il grande drappo tricolore recante le firme dei tantissimi amici, vecchi e nuovi, incontrati durante il Viaggio della Vita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA