Covid, infermiere positivo tra la prima e la seconda dose del vaccino: «Hanno aspettato un mese»

Mercoledì 13 Gennaio 2021
Infermiere positivo tra la prima e la seconda dose del vaccino: «Hanno aspettato un mese»

Un infermiere del pronto soccorso è risultato positivo al coronavirus dopo che la sua seconda dose di vaccinazione è stato sottoposta quando il governo del Regno Unito aveva cambiato le regole. David Longden, 43 anni, ha ricevuto la prima dose della Pfizer perché lavorava in prima linea presso l' ospedale Princess of Wales di Bridgend, nel Galles meridionale. La sua seconda iniezione doveva avvenire il 5 gennaio, ma è stata interrotta quando la campagna di vaccinazione in Galles è cambiata per cercare di vaccinare quante più persone possibile con la prima dose.

 

 

Ora deve isolarsi da solo dopo essere risultato positivo. Il signor Longden è stato uno dei primi a ricevere la sua prima dose Pfizer il giorno in cui è stato lanciato per la prima volta in Galles l'8 dicembre.

 

Ma è risultato positivo l'8 gennaio, tre giorni dopo che avrebbe dovuto fare la seconda dose. Ha detto: 'Il governo ha bisogno di proteggere il proprio personale medico in prima linea - non farlo è solo miope. Sono ormai fuori combattimento da diversi giorni mentre il pronto soccorso è pieno di pazienti. Bridgend è una delle aree del Galles con i più alti tassi di coronavirus».

 

«Il giorno prima ho avuto anche un attacco di diarrea e poi mi sono sentito veramente stordito e con sonnolenza. Ho avuto molti dei tipici sintomi di Covid come la perdita del gusto e dell'olfatto, ma per fortuna non ho ancora avuto la febbre.

Nella prima ondata non sono mai risultato positivo al Covid e sono molto attento con il lavaggio delle mani poiché ho cercato di proteggere il mio partner il più possibile. Ma con questo nuovo ceppo dicono che sia il 50% più virulento e penso sia veramente così."

Ultimo aggiornamento: 15:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento