Paura per il principino George: un criminale violento riesce ad avvicinarsi a lui con l'inganno

Paura per il principino George: un criminale riesce ad avvicinarsi a lui con l'inganno
di Silvia Natella
Baby George ha da poco compiuto sei anni e un giorno è destinato a diventare re. La sua incolumità è un obiettivo primario, eppure recemente si è verificata una falla nella sicurezza e il bambino è stato avvicinato da un pericoloso criminale. La notizia è stata resa pubblica solo oggi, ma sembra che il condannato - il quarantenne Darren Benjamin - abbia avuto accesso facilmente alle sue stanze a Kensigton Palace. L'episodio ha messo in allarme i genitori Kate e William e tutti i servizi britannici, come riportano i media anglosassoni.

Lady Diana, la scena del bacio con Kevin Costner che in pochi conoscono
Meghan Markle non è incinta: la decisione sull'altro bambino. Cosa svela un’esperta


Dopo l'accaduto è partita un'indagine per capire come sia potuto succedere. È lo stesso William a seguirne gli sviluppi. Da una prima ricostruzione sembra che l'uomo, definito "violento" nel 2008, abbia avuto accesso al palazzo perché doveva consegnare dei mobili. Su di lui pesa la condanna per aver torturato un innocente insieme a quattro complici. Lo avrebbe imbavagliato e pugnalato ripetutamente per poi bagnarlo con acqua bollente. Per questo crimine ha scontato sette anni di carcere, ma continua a essere considerato violento e pericoloso.

Quando è stato scoperto si è anche vantato del fatto che il principino fosse stato particolarmente gentile con lui. 
Un consulente della casa reale del duca e la duchessa di Cambridge, ha rivelato che la coppia è apparsa preoccupata e ha chiesto una revisione delle procedure di sicurezza. Qualche settimana prima il blitz di un uomo a Buckingham Palace mentre la regina dormiva aveva messo in allarme gli agenti. Le modifiche nel sistema sono a quanto pare sempre più necessarie. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 30 Luglio 2019, 13:28 - Ultimo aggiornamento: 30-07-2019 13:40

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti