La metamorfosi pensata al servizio del mio paese

La metamorfosi pensata al servizio del mio paese

di Giovanni Guidi Buffarini
4 Minuti di Lettura
Venerdì 12 Agosto 2022, 01:15

Saranno sorpresi quelli che mi conoscono come tipo ritroso, ombroso e diciamo pure asociale. Saranno allibiti quelli che più volte mi hanno sentito affermare, lapidario: lo Stato siete voi, e non mi piacete neanche un po’. Non rinnego nulla del mio passato ma lo stupore per la metamorfosi (niente affatto repentina, anzi tormentosissima, giurin giurello) è fuori luogo, il cambiamento essendo la forma stessa della vita. Oggi dunque annuncio la decisione di mettermi al servizio dell’Italia: al Vostro servizio. Mi candido a guidare il Paese per i prossimi cinque anni con gli amici della Lista del Buffa, neonato partito tutto fatto a mano, roba fine. Tempi difficili ci attendono. Tirarsi indietro sarebbe diserzione. Al voto andremo da soli.

Dopo il 25 settembre, da soli governeremo, io sarò il Presidente del Consiglio. I candidati li renderemo noti nei prossimi giorni, non appena attivato il sito ListaBuffa.it. Posso fin d’ora garantire trattarsi di persone qualificatissime, nel proprio settore o nell’altrui, fa uguale. E di moralità specchiata, si capisce. Nessun armadio nei nostri scheletri!, e sfido qualunque altro leader a dire lo stesso senza arrossire d’eterna vergogna. Il programma della Lista del Buffa lo troverete sul sito e vi sarà inoltre presentato a domicilio dai nostri tenaci militanti. In questa sede, ne anticipo giusto i punti principali. Cominciando dall’economia. Dopo anni di tassi d’interesse negativi, è giunto il tempo delle tasse negative. Non dovrete pagare Voi lo Stato, sarà lo Stato a pagare Voi. In biglietti del Monopoli, così da non far aumentare il debito pubblico che continuerà a essere quella cifra ogni anno più mostruosa espressa in euro: non si sommano le mele con le pere, lo insegnano fin dalle elementari.

I biglietti del Monopoli - originali di scatola o fotocopiati ma autenticati da me istesso medesimo, - avranno corso legale non appena terminato il primo Consiglio del Ministri del governo del Buffa. L’introduzione delle banconote Monopoli non produrrà aumento di inflazione: per legge. Serviranno solo per le piccole transazioni quotidiane, un circuito parallelo, umile, tanto riservato. Il valore di 1 Monopoli sarà fissato a tempo debito, va da sé senza farlo sapere in giro. Sento già l’obiezione sguaiata dei poveri di spirito e di immaginazione: ciò andrebbe contro tutte le leggi dell’economia. Sapete, c’è differenza fra l’economia e, putacaso, la fisica. Consideriamo la forza di gravità: quella è, e non ci si può fare niente. L’economia è una scienza sociale. Se le sue leggi, in un dato momento storico, favoriscono la diffusione del benessere, perfetto. In caso contrario, le si cambia, punto. E poi ancora, se occorre.

Capitolo lavoro e immigrazione. Gli italiani certi lavori non vogliono più farli. D’altro canto, alcuni italiani - votanti, e noi Buffi ci teniamo al voto di tutti - non vogliono immigrati d’attorno. Come quadrare il cerchio? Importando stranieri quando serve forza lavoro, esportandoli (dove capita) a contratto scaduto. Crudele? I calciatori cambiano squadra e Paese di continuo e nessuno si scandalizza. Già che siamo sul calcio: grazie all’accordo Buffa - Fifa, per partecipare ai Mondiali 2026 l’Italia dovrà superare in doppio confronto le Isole Fiji. O Tonga. Per ciò che concerne l’ambiente, scoraggeremo gli inquinanti viaggi all’estero (ma anche in zone d’Italia lontane dal vostro domicilio) tramite la piattaforma nuova di pacca ItSelf. A che serve andare a New York, in Qatar, ai Caraibi, quando potete conoscere tutto il mondo grazie alla produzione impetuosa incessante di selfie da ammirare senza muoversi dalla sedia, preparare i bagagli, sopportare i disagi del check-in, del ritardo del volo? Lasciate che il mondo venga a voi via computer, e più non dimandate. State a casa, anche per la vostra sicurezza. La sicurezza che un mio omonimo e pure sosia - ma non sono io, giurin giurello again - definisce, sconsolato, il vitello d’oro d’una società comatosa. La Vostra sicurezza per noi Buffilistati è tutto. Perciò amplieremo l’elenco degli allarmi della Protezione Civile. Introdurremo l’Allarme Notte. La notte è buia, sexy, su di giri. È pericolosa. Guardatevi un po’ di tv, e poi via a nanna.

*Opinionista e critico cinematografico

© RIPRODUZIONE RISERVATA