Statali, per l'aumento dello stipendio
c'è il via libera della Corte dei Conti

Statali, per l'aumento
dello stipendio c'è il via
libera della Corte dei Conti
Arriva l'aumento. La Corte dei conti, riunita oggi in adunanza alle 15, secondo quanto apprende l'Adnkronos, ha certificato il rinnovo contrattuale degli statali per il triennio 2016-2018.

È arrivato dunque l'atteso via libera dei giudici contabili sulle coperture agli aumenti contrattuali di 85 euro medi lordi per una platea di circa 250.000 dipendenti pubblici di ministeri, agenzie fiscali, Inps ed Inail del comparto Funzioni centrali, il primo su cui è stata raggiunta l'intesa il 23 dicembre. Ora il contratto deve compiere un ultimo passaggio formale all'Aran per la firma definitiva di governo e sindacati. I tempi quindi per vedere i primi aumenti nella busta paga di marzo, dopo nove anni di blocco contrattuale, dovrebbero essere rispettati. Nel frattempo entro febbraio dovrebbero essere erogati gli arretrati, somme 'una tantum' che vanno da un minimo di 370 euro a 720 euro lordi. 



ARRIVANO LINEE GUIDA PER I CONCORSI Le attese linee guida che definiranno le modalità dei concorsi della pubblica amministrazione e i fabbisogni reali dovrebbero essere approvate, secondo quanto si apprende, alla prossima Conferenza unificata che si terrà il 15 febbraio. Verrà così valorizzato il piano del fabbisogno di un'amministrazione pubblica rispetto alla dotazione organica, tratto distintivo della riforma del testo unico del pubblico impiego messa a punto dalla ministra Marianna Madia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 8 Febbraio 2018, 17:37 - Ultimo aggiornamento: 08-02-2018 17:39

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO