Superbonus, l'incentivo sotto la lente dei commercialisti: a Roma aperti quasi 7mila cantieri

Mercoledì 2 Marzo 2022
Un cantieri per il superbonus a Roma

Le novità del Superbonus arrivano sul tavolo dei commercialisti romani. Questa mattina sono stati oltre 200 i professionisti che hanno preso parte al webinar formativo organizzato dall’Ordine dei dottori commercialisti di Roma con la collaborazione di Banca Generali Private. Al centro dell’attenzione ci sono state le novità fiscali e normative legate al provvedimento che da oltre due anni sta provando a spingere la ripresa del mercato immobiliare italiano.

All’incontro, intitolato “Superbonus 110%: luci ed ombre“, sono intervenuti un parterre di esperti convocati dall’Ordine. Tra questi, Leonardo Maria Caputo (presidente della Commissione strumenti per lo sviluppo nazionale ed internazionale delle imprese Odcec), Emanuele Spagnoletti Zeuli (componente della Commissione strumenti per lo sviluppo nazionale ed internazionale delle imprese Odcec), Valeria Parisi (componente della Commissione strumenti per lo sviluppo nazionale ed internazionale delle imprese Odcec), Emanuele Fisicaro (avvocato e presidente Centro studi europeo antiriciclaggio e compliance). Oltre a loro, presenti anche i professionisti di Banca Generali private, Samuele Camellini e Paolo Damiani.

Lanciato nel luglio 2020 dal governo gialloverde, in quasi due anni il Superbonus 110% ha portato all’apertura di oltre 70mila cantieri di ristrutturazione edilizia in tutta Italia. Il punto di forza del provvedimento - ovvero la detrazione fiscale del 110% dell’investimento di recupero edilizio effettuato - nel corso del tempo si è però trasformato anche nel suo potenziale punto debole. Colpa di alcuni vulnus normativi che hanno aperto la strada a rischi di frodi e aggiramenti normativi stimate in circa 4 miliardi di euro a fine 2021. Inoltre, i recenti provvedimenti del governo volti a limitare la cessione del credito d’imposta rischiano di rallentare quello che si stava rivelando essere un mercato piuttosto vivace. Per questo l’esecutivo è recentemente intervenuto con provvedimenti volti a liberare quanti più vincoli e rilanciare un provvedimento che dovrebbe ora proseguire fino al 2025.

L’elevata adesione dei commercialisti al convegno organizzato oggi con Banca Generali è dovuta inoltre all’importante impatto che il Superbonus 110% sta avendo sull’edilizia romana. Secondo le ultime rilevazioni, infatti, nella Capitale e nella Regione Lazio sono attualmente aperti quasi 7mila cantieri e molti altri dovrebbero partire a breve, anche in virtù della nuova tornata di fondi del Pnrr.

© RIPRODUZIONE RISERVATA