Pensioni Inps di giugno, pagamento in anticipo a fine maggio: ecco il nuovo calendario

Domenica 23 Maggio 2021 di Francesco Bisozzi
Pensioni Inps di giugno, pagamento in anticipo a fine maggio: ecco il nuovo calendario

Trattamenti previdenziali anticipati anche per i prossimi tre mesi. È l'ordinanza numero 778 del 18 maggio 2021 della Protezione civile a disciplinare gli anticipi. L'ordinanza sull'anticipazione del termine di pagamento delle prestazioni previdenziali corrisposte dall’Inps prevede, «allo scopo di consentire a Poste Italiane la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni previdenziali in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da Covid-19», che «il pagamento relativo al mese di giugno 2021 è anticipato dal 26 maggio», dunque avverrà con cinque giorni di anticipo. E ancora. Il pagamento relativo al mese di luglio 2021 sarà anticipato al 25 giugno e quello di competenza del mese di agosto 2021 al 27 luglio.

Pensioni, scattano i controlli anti-furbetti del fisco ridotto: un miliardo va all’estero

Pensioni, cosa afferma Poste - Sempre l'ordinanza della protezione civile ricorda che «Poste Italiane adotta misure di programmazione dell’accesso agli sportelli dei soggetti titolari del diritto alla riscossione delle prestazioni di cui al comma 1 idonee a favorire il rispetto delle misure di contenimento della diffusione del virus Covid-19, anche attraverso la programmazione dell’accesso agli sportelli dei predetti soggetti nell’arco dei giorni lavorativi precedenti al mese di competenza delle prestazioni medesime». Nel frattempo i contagi continuano a scendere e sabato hanno toccato quota 4.717 positivi, secondo i dati del ministero della Salute. In totale i casi dall'inizio dell'epidemia sono 4.188.190, i morti 125.153, gli attualmente positivi 283.744.

 

 

Cartelle, rate in 10 anni per chi ha avuto i ristori Covid: a giugno parte la riscossione

Pensioni, chi ritira in contanti - Coloro che ritirano la pensione in contanti in un ufficio postale dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal calendario messo a punto da Poste Italiane, che può comunque variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento. Coloro che invece ricevono la pensione e l’assegno in banca dovranno come sempre attendere il primo giorno bancabile del mese, sarebbe a dire martedì primo giugno, giovedì primo luglio e lunedì 2 agosto 2021. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre settemila Atm Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello. Infine gli ultrasettantacinquenni senza nessuno da delegare possono rivolgersi ai Carabinieri per farsi portare la pensione a casa, con delega per il ritiro e la consegna a domicilio della prestazione pensionistica.

Pensione anticipata, riscatto laurea light e pace contributiva: quanto costa e come funzionano

Ultimo aggiornamento: 19:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA