Facebook, Antitrust UE e UK aprono indagine per violazione della concorrenza

Venerdì 4 Giugno 2021
Facebook, Antitrust UE e UK aprono indagine per violazione della concorrenza

(Teleborsa) - La Commissione europea ha aperto un'indagine antitrust nei confronti di Facebook per valutare se il social network fondato da Mark Zuckerberg abbia violato le regole di concorrenza dell'UE. L'esecutivo UE punta il dito contro l'utilizzo dei dati pubblicitari raccolti dalle attività degli inserzionisti sulla piattaforma per competere con loro nei mercati in cui lo stesso Facebook è attivo, come quello degli annunci classificati. L'indagine valuterà anche se Facebook collega il suo servizio di annunci classificati online "Facebook Marketplace" al suo social network, in violazione delle regole di concorrenza dell'UE.

"Facebook è utilizzato da quasi 3 miliardi di persone su base mensile e quasi 7 milioni di aziende fanno pubblicità sulla piattaforma in totale. Facebook raccoglie grandi quantità di dati sulle attività degli utenti del suo social network, consentendogli di rivolgersi a gruppi di clienti specifici - ha commentato la vicepresidente dell'esecutivo UE, Margrethe Vestager - Esamineremo in dettaglio se questi dati diano a Facebook un vantaggio competitivo indebito, in particolare nel settore degli annunci online, dove le persone acquistano e vendono beni ogni giorno e dove Facebook compete anche con le aziende da cui raccoglie dati. Nell'economia digitale di oggi, i dati non dovrebbero essere utilizzati in modi che distorcono la concorrenza".
La Commissione UE spiega, in un comunicato, che quando le aziende pubblicizzano i propri servizi su Facebook, competono direttamente anche con Facebook e possono fornirgli dati di valore commerciale. Facebook potrebbe quindi utilizzare questi dati per competere con le società che li hanno forniti. Ciò vale in particolare per i fornitori di annunci classificati (termine che deriva dalla carta stampata e si riferisce ad annunci riguardanti per lo più la compravendita di prodotti di seconda mano o piccoli servizi).

La Commissione UE effettuerà ora "un'indagine approfondita in via prioritaria", anche se specifica che "l'apertura di un'indagine formale non pregiudica il suo esito". Oggi anche la Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito ha avviato la propria indagine sull'utilizzo dei dati da parte di Facebook. Le due istituzioni lavoreranno a stretto contatto man mano che le indagini indipendenti procederanno, viene specificato.

Ultimo aggiornamento: 15:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA