Whirlpool, a Fabriano persi 400 posti di lavoro dal 2017 e intanto le elezioni delle Rsu rilanciano la Uilm

Martedì 2 Febbraio 2021
Whirlpool, a Fabriano persi 400 posti di lavoro da 2017 e intanto le elezioni delle Rsu rilanciano la Uilm

FABRIANO -  Si rilancia la Uilm-Uil nel Fabrianese. E le elezioni delle Rsu dei siti Whirlpool di Fabriano, svoltesi in questi giorni, lo dimostrano appieno. La Uilm, infatti, prosegue palesemente la sua crescita, visto che, dopo il grosso aumento del 2017, ha fatto registrare un +4,3% nello stabilimento di Melano e un +9% nelle sedi impiegatizie, eleggendo complessivamente in queste strutture lo stesso numero di delegati (quattro) delle altre organizzazioni sindacali, mentre al magazzino Mpf, dove per altro i votanti sono pochissimi, non ha presentato la lista.

LEGGI ANCHE:

Rebus esuberi per gli impiegati Whirpool: per l’azienda sono 40 ma i sindacati ritengono siano inclusi quelli di Pero

 

Così, se la Fim-Cisl ha conseguito in totale il maggior numero di voti (388 contro i 312 della Fiom-Cgil e i 270 della Uilm-Uil) e la Fiom-Cgil ha ottenuto nel complesso il maggior numero di delegati (6 contro i 5 della Fim-Cisl e i 4 della Uilm-Uil), ecco che il forte aumento dei consensi rispetto alle ultime consultazioni elettorali costituisce un buon motivo per rendere soddisfatti pure i vertici della Uilm, i quali, tuttavia, ostentano come sempre prudenza, badando al sodo.

«La nostra valutazione – osserva la segreteria provinciale della Uilm – è che non abbiamo né vinto né perso, fermo restando che i lavoratori continuano ad accrescere il consenso della nostra organizzazione sindacale, dandoci, nel contempo, la spinta ad operare con sempre maggiore impegno con l’obiettivo di migliorare le tutele concernenti la vita lavorativa, la sicurezza e gli aspetti salariali all’interno dell’azienda». Finalità, queste ultime, che vedono le parti sociali compatte, soprattutto in una fase cruciale come quella che si sta attraversando. «Riteniamo importante – afferma la Fiom provinciale – la grande partecipazione democratica al voto, che si è aggirata attorno al 90 %, testimoniando la necessità di rappresentanza delle persone che lavorano alla Whirlpool. Nello stesso tempo, ci è stata restituita una fotografa puntuale di un organico complessivo estremamente ridotto di oltre 400 posti rispetto a quello della precedente tornata elettorale del 2017. E’ su questo che, come sindacato, dobbiamo cercare di dare risposte e concentrarci sui problemi reali, come l’organizzazione, la sicurezza e i livelli occupazionali, poiché i soli numeri che contano sono quelli dei posti di lavoro». 

 

Ultimo aggiornamento: 16:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA