Cashback, controlli anti-furbetti: dovranno giustificare i "mini pagamenti". Quando arrivano i premi

Lunedì 31 Maggio 2021 di Francesco Bisozzi
Cashback, controlli anti-furbetti: dovranno giustificare le microtransazioni sull'app Io

Manca un mese alla fine del primo semestre del programma cashback, ma i controlli anti-furbetti avviati dal Tesoro nei giorni scorsi agitano la platea dei beneficiari. Gli utenti che hanno aderito all'iniziativa con transazioni valide sono più di 7 milioni: in palio fino a 150 euro di rimborso, che verranno accreditati sui conti correnti degli iscritti al programma a partire da luglio a patto che abbiano compiuto almeno 50 transazioni elettroniche nell'arco del periodo. Sotto il fato del Mef sono finiti i micro-pagamenti effettuati a breve distanza l'uno dall'altro presso lo stesso esercente al solo scopo di scalare la classifica dei maggiori utilizzatori degli strumenti di pagamento digitali: i primi 100 mila avranno infatti diritto al super cashback, una vincita di 1500 euro a semestre che si sommerà a quella legata al cashback ordinario. I furbetti del cashback non rischiano sanzioni, ma si vedranno stornare dal conteggio le transazioni per importi irrisori non giustificate. Ad avvisare gli utenti soggetti a verifiche dei controlli ci ha pensato il Tesoro con una notifica sull'app Io.

Cashback, messaggio sull'app per i furbetti dei “mini pagamenti”: agli utenti 7 giorni per segnalare errori

Sono stati i gestori delle stazioni di benzina a sollevare per primi il problema delle mini-transazioni: i furbetti del cashback che frazionano i pagamenti per scalare più rapidamente la classifica dei maggiori utilizzatori di carte e bancomat, così da conquistare un posto tra i centomila fortunati che a luglio intascheranno il super cashback da 1500 euro, da gennaio infatti hanno preso d'assalto gli impianti di carburante aperti in modalità self-service, e c'è persino chi è arrivato a dividere un rifornimento da circa 7 euro in 62 pagamenti bancomat eseguiti in meno di un'ora. Il regolamento non vieta questo tipo di strategia, ma per il Mef si tratta di una condotta abusiva. Chi ha ricevuto la notifica in app del Mef ha 7 giorni di tempo per giustificare i pagamenti considerati anomali, in modo che non siano cancellati dal conteggio.

Bonus vacanze 2021, come richiederlo: può essere speso anche nelle agenzie di viaggio

Il cashback voluto da Giuseppe Conte e partito in via sperimentale già a dicembre è stato riconfermato dal governo Draghi, ma continua a suscitare perplessità. Il programma, che assorbe quasi 5 miliardi di euro di risorse pubbliche, al momento dovrebbe durare fino alla fine di giugno del prossimo anno. Tuttavia non è escluso che sul cashback cali il sipario già a dicembre, quindi con un semestre di anticipo. Una mossa che consentirebbe allo Stato di risparmiare più di un miliardo di euro, da destinare ad altre iniziative anti-evasione.

Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 00:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA